in ,

Andrea Loris Stival, Veronica risponde al Gip e ripete: “Mio figlio era a scuola”

L’interrogatorio di garanzia cui Veronica Panarello è stata sottoposta nel carcere di Catania si è concluso alle 18.00. Il Gip Claudio Maggioni si è riservato di decidere entro domani se convalidare il fermo della donna, detenuta da mercoledì scorso. Veronica avrebbe potuto avvalersi della facoltà di non rispondere ma invece ha scelto di parlare. Di nuovo ha ribadito la sua innocenza e totale estraneità ai fatti che le vengono contestati. “Signor giudice, mi creda, non sono stata io”, ha detto la mamma di Loris al Gip che la incalzava.

Il legale della donna, Francesco Vallardita, alla fine dell’udienza ha smentito la voce diffusa in mattinata secondo cui la sua assistita avrebbe in uso un secondo cellulare, tenuto segreto a tutti e mai consegnato agli inquirenti: “La signora ha ribadito di possedere un unico cellulare, che le era già stato sequestrato. Anzi è stata lei stessa a consegnarlo spontaneamente alla magistratura”.

Intanto emergono nuove indiscrezioni sulle indagini in corso, e arrivano da fonti vicine alla Procura di Ragusa: la Polizia Scientifica e Postale starebbe analizzando i dispositivi elettronici di Veronica Panarello e del signor Orazio Fidone, il cacciatore che il 29 novembre scorso ritrovò il cadavere di Loris in contrada Mulino Vecchio.

finale x factor 8

X Factor 8 Live Finale: Mika si esibisce con i finalisti per l’Unicef

obama selfie

I cinque migliori smartphone economici Android per selfie Natale 2014: le offerte online