Menu
in

Angela Caloisi Instagram solo un giubbotto in pelle, la sensualità in una foto: «Che femmina!»

L’account Instagram di Angela Caloisi si tinge di bianco e nero: ma il colore (e soprattutto il calore) è senz’altro negli occhi di chi guarda. Le sfumature sono quella della sensualità e della passionalità che si impongono prepotentemente nell’ultima immagine condivisa dalla donna di Paolo Crivellin. Ventiquattrenne casertana, Angela è stata la scelta di Paolo nel dating-show Uomini e Donne quasi dal momento in cui ha messo piede sulle scale del salotto di Canale 5. Una storia che va avanti a gonfie vele e che si accinge a compiere quasi due anni.

Angela Caloisi Instagram, lo scatto in bianco e nero fa sognare e suscita un pizzico di invidia

Una relazione defilata dalle chiacchiere quella di Paolo e Angela che preferiscono far parlare le immagini che li vedono sempre molto complici e uniti. A far sognare oggi è, però, lo scatto tutto al femminile della Caloisi che con la sua sensualità lascia a bocca aperta estimatori e non solo. ‘Abbandonata’ su una sedia, Angela posa seducente con gli occhi chiusi e la sigaretta in mano. Solo un giubbotto in pelle a coprire il corpo, mentre le gambe – nude – si fanno notare nella loro bellezza. “Un uomo fortunato Paolo Crivellin”, nota un fan ‘invidioso’.

“Sensuale come poche”, “Mamma mia che femmina”

“Sensuale come poche”, Angela è per molti l’immagine della femminilità. “Che bomba sexy”, “Immensa”, “Sensualissimaaaaa”. Apprezzamenti sinceri sotto lo scatto Instagram della modella campana che dall’apparizione in tv non ha mai smesso di incantare i seguaci. “Wow, sexy fig**a”, “Sei unica al mondo… complimenti”, e poi ancora: “Raffinata”, “Insuperabile”, “Sei magica, unica”, “Sei bella sei sensuale sei donna. Tutto in questa foto”. Posa e mise di Angela conquistano a pieni voti: “Sembri un’attrice d’altri tempi”, “Che bella espressione seducente…”, “Mamma mia che femmina”.

Leggi anche —> Veronica Ferraro Instagram, scollatura senza intimo da capogiro: «Assoluta meraviglia!»