in ,

Angela Merkel fa piangere una bambina palestinese: “Non possiamo accogliervi tutti”

Angela Merkel è incappata nell’incidente diplomatico peggiore che si possa augurare ad un politico, quello di far piangere un bambino. Il video della cancelliera tedesca che manda in crisi la ragazzina palestinese piena di belle speranze è già virale. Ecco cosa è accaduto a Rostock, nel nord-est del Paese durante una delle consuete riunioni con i cittadini in cui il Governo ne ascolta i problemi contingenti.

Reem è una ragazzina proveniente da un campo profughi libanese che rischia di non ottenere il tanto agognato asilo politico tedesco. La piccola ha sfoderato un ottimo tedesco raccontando alla cancelliera la storia della propria famiglia e le sue aspirazioni per il futuro. Ottimi i presupposti di questo scambio e confronto in cui Reem è sorridente e piena di fiducia circa la possibilità di restare in terra germanica.

Angela, però, si è mostrata inflessibile sottolineando “In Libano ci sono migliaia di persone nei campi profughi. Non possiamo dire a tutti di venire in Germania, altrimenti non ce la faremmo”. Reem è scoppiata immediatamente a piangere mandando visibilmente nel panico la Merkel che si è trovata costretta ad avvicinarsi alla bambina e a porgerle un fazzoletto. Se non fosse per la delicatezza della situazione, che pone l’accento sul drammatico assetto sociopolitico attuale, la scena sarebbe parsa davvero degna di una commedia.

rosario crocetta si autosospende

Rosario Crocetta si autosospende: “Mai sentito frase su Lucia Borsellino”

Calciomercato Juventus

Calciomercato Juventus ultimissime: Vidal va al Bayern Monaco, stasera le firme