in ,

Animali domestici in casa in affitto: sì o no?

Se si abita in una casa di proprietà, nei limiti previsti dalla legge e dal buonsenso riguardo igiene e rispetto verso gli altri, non si hanno particolari problemi nel detenere in casa degli animali domestici. Cosa accade però se si abita in una casa in affitto e si vorrebbe tenere degli animali e il proprietario dell’immobile non vuole? Urban Donna – Casa vi spiega cosa dice la legge riguardo al detenere animali domestici in casa se si abita in un immobile in affitto.

Non esiste al momento alcuna norma che vieti per legge a chi detiene un animale di prendere una casa in affitto; è però solitamente buona norma, quando ci si rivolge ad un’agenzia o ad un privato per affittare una casa far presente che si possiede un animale domestico: da una parte infatti le agenzie andranno più facilmente alla ricerca di case “pet friendly” mentre i privati avranno il diritto di dire no. E’ infatti concesso ai proprietari degli immobili non affittare a chi ha un animale domestico ma questa clausola deve essere esplicitata nel contratto di locazione. Può essere un buon modo per chi ha un animale per tranquillizzare il proprietario della casa in affitto inserire la “cauzione di sicurezza”, che lo tuteli da eventuali danni arrecati dall’animale domestico.

Differentemente il codice civile da qualche anno a questa parte non permette ai regolamenti di condominio di non accettare animali domestici; i proprietari come gli affittuari di appartamenti in condominio sono liberi di detenere animali domestici nella propria cosa, fermo restando le norme igieniche e di correttezza verso gli altri condomini.

Credit Foto:  wavebreakmedia / Shutterstock

Eventi da Rimini a Catania per il ponte del 2 giugno

Ponte 2 giugno 2016: dove andare? 7 eventi imperdibili, dal Rimini Wellness al Museo della Follia di Catania

wirex next fest 2016 milano

Wired Next Fest Milano 2016: dai Subsonica a Fabri Fibra, ospiti ed eventi imperdibili