in ,

Anis Amri Milano: trasferiti i due agenti che uccisero il terrorista di Berlino

Anis Amri ucciso a Milano: sono stati trasferiti i due agenti che lo scorso 23 dicembre hanno consentito il fermo e l’uccisione, a seguito di un conflitto a fuoco, del terrorista tunisino autore della strage di Berlino.

L’attentatore lanciatosi tra la folla dei mercatini di Natale della capitale tedesca alla guida di un tir, provocò numerosi morti (tra cui l’italiana Fabrizia Di Lorenzo) e feriti, ed era riuscito a fuggire fino in Italia, dove è stato neutralizzato.

I due poliziotti, uno dei quali era rimasto ferito alla spalla nella sparatoria, Luca Scatà e Cristian Movio, agenti del commissariato di Sesto San Giovanni, da adesso svolgeranno il loro lavoro in una sede tenuta riservata e lontano dai riflettori. Il trasferimento – chiesto e ottenuto dai due militari in quanto “si è trattato di una brillante operazione e dunque sono stati assecondati nelle loro aspirazioni”, spiegano fonti interne alle forze dell’ordine – sarebbe un riconoscimento premiale e non un’operazione scopo precauzionale ordinata dal Viminale, come trapelato inizialmente.

 

 

San Valentino 2017 offerte in Italia: dove andare per visitare i castelli più belli

stefano de martino gossip

Stefano De Martino fidanzata: tutta la verità su Geppina (FOTO)