in

Anna Fasol scomparsa a Cittadella: mai arrivata ad appuntamento di lavoro, si teme il peggio

Padova, Anna Fasol scomparsa a Cittadella, è allarme. La donna, 59 anni, nel primo pomeriggio di lunedì 30 luglio è uscita dalla sua abitazione di Ca’ Onorai, frazione di Cittadella, e si è allontanata a bordo della sua auto. Erano le 13:30 circa di lunedì, aveva un appuntamento di lavoro dal quale non è più tornata. Di lei da quel momento si è persa ogni traccia. Non vedendola rincasare i familiari si sono immediatamente preoccupati e ne hanno denunciato la scomparsa ai carabinieri. Anna Fasol ha capelli e occhi castani, è alta 165 centimetri e di corporatura esile. La famiglia invita chiunque la incontri a mettersi subito in contatto con le forze dell’ordine.

Potrebbe interessarti anche: Scomparsa a Morlupo: ritrovata Isabella Tanga, dov’era e come è stata rintracciata

I carabinieri della compagnia di Cittadella hanno già avviato le ricerche che però finora non hanno prodotto esito alcuno. La figlia Marialaura ha diffuso un disperato appello sul suo profilo Facebook, che in poche ore ha ottenuto migliaia di condivisioni da ogni parte del Veneto e dalle zone limitrofe. La speranza è che con il passaparola e la ricondivisione del post sia possibile rintracciare la donna. La famiglia di Anna Fasol non sa darsi una spiegazione per quanto accaduto; la donna non risulta stesse attraversando un momento difficile né avesse problemi particolari. Non avrebbe, inoltre, mai manifestato particolari problemi o disagi, né stava seguendo cure mediche. Cosa le è successo?  Tutte le ipotesi investigative al momento restano in piedi e al vaglio dei carabinieri.

Anna Fasol è un’impiegata amministrativa, moglie di Enzo Simonetto e mamma di Marialaura, campionessa ed olimpionica di nuoto, ora medico e ricercatrice negli stati Uniti. “Aveva un appuntamento di lavoro, io sono uscito prima di lei. Ci si doveva vedere nel tardo pomeriggio”, ha riferito il marito. All’appuntamento di lavoro, si apprende, non sarebbe mai giunta, ed è stata proprio la persona che doveva incontrarla a dare l’allarme. “Alle 14,15 non vedendola arrivare e capendo che non poteva essere un ritardo, sono stato avvisato e da quel momento è cominciato tutto. Nessuna risposta al telefono cellulare risultato staccato”. Si teme il peggio.

 

Elisabetta Canalis gossip news: “In lacrime per colpa di Bobo Vieri…”

Nasceva oggi Herman Melville, il papà di “Moby Dick”