in ,

Anniversario Vajont: Radio Popolare ricorda la tragedia trasmettendo il monologo di Paolini

A cinquant’anni esatti dalla tragedia del Vajont, l’alluvione che il 9 ottobre 1963 nel Bellunese travolse e cancellò dalla carta geografica il paese di Longarone e un’altra decina di paesi e frazioni montane causando 1917 vittime, Radio Popolare dedica al drammatico evento un’intera notte di trasmissioni. Con uno strappo al palinsesto abituale l’emittente milanese ha infatti deciso di mandare in onda per intero una versione particolare del monologo che l’attore e drammaturgo Marco Paolini ha realizzato sulla tragedia del 1963, opera dal titolo “Vajont, un’orazione civile”, nota anche semplicemente come “Racconto del Vajont”.

Radio Popolare Milano

Dalle mezzanotte e quarantacinque e per circa tre ore, sentiremo su Radio Popolare la voce dell’attore e regista bellunese, intensa e caratterizzata dall’accento, raccontarci in un crescendo drammatico  e sofferto quelle terribili ore di 50 anni fa. Un dramma teatrale e civile di inusitate bellezza e tristezza, per nulla diminuito nella sua intensità dalla trasposizione radiofonica (ne siamo stati testimoni diretti). Si tratta infatti della replica della prima lettura radiofonica del “Racconto del Vajont”, trasmessa proprio da Radio Popolare nel 1994, prima ancora che vedesse la versione televisiva del dramma.

Un’iniziativa da non perdere per tutti coloro che non conoscono la storia di questa strage annunciata, una  delle tante della nostra storia recente. Erano le 22:39 del 9 ottobre del 1963. La trasmissione può essere ascoltata in diretta streaming sul sito di Radio Popolare o per chi risiede in Lombardia, Emilia (Piacenza, Parma) e Piemonte (Novara, Alessandria) sui 107.6 in Fm.

(foto di apertura: Longarone il giorno dopo la tragedia, @Wikimedia)

Seguici sul nostro canale Telegram

La Gabbia condotto da Gianluigi Paragone

Stasera in diretta Tv: Tale e quale show, Le tre rose di Eva 2 e La Gabbia

Mostra Fotografia Industriale Bologna 2013

A Bologna la prima Biennale di fotografia e industria