in , ,

Anno bisestile: cos’è, perché si presenta e quando sarà il prossimo

Anno bisestile: “anno bisesto, anno funesto”?

“Anno bisesto, anno funesto”. E non si può certamente dire che per il 2016 questo proverbio non sia stato veritiero. Casualità forse ma per gli amanti della superstizione il 2016, anno bisestile, ha certamente dato man forte visti i tanti tragici accadimenti nel mondo a questa linea di pensiero, ovvero che gli anni che presentano il 29 febbraio, portino sventura. Ad ogni modo perché il calendario che comunemente utilizziamo da secoli prevede questa anomalia? Ecco quindi tutto quello che dovete sapere sull’anno bisestile: cos’è perché si presenta e ovviamente quando sarà il prossimo.

=> Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

Anno bisestile: cos’è e perché si presenta

Per prima cosa è fondamentale sapere che l’anno bisestile, ovvero l’aggiunta di un giorno ogni quattro anni, è uno stratagemma adottato per evitare lo slittamento delle stagioni. Esso è utilizzato nella maggior parte dei calendari solari, in quello gregoriano come in quello giuliano, per evitare giorni di ritardo sul normale ciclo delle stagioni. Per correggere questo slittamento, agli anni canonici di 365 giorni, ogni quattro anni, vengono intercalati dagli anni bisestili di 366: il giorno in più viene inserito nel mese di febbraio, il più corto dell’anno, che negli anni bisestili arriva a contare 29 giorni anziché 28. In questo modo si può ottenere una durata media dell’anno pari a un numero non intero di giorni.

Fu Ottaviano Augusto, già nell’8 a.C. a regolare definitivamente l’utilizzo dell’anno bisestile; in quel periodo il giorno aggiunto veniva chiamato bis sexto die poiché veniva “ripetuto” l’ante diem bis sextum Kalendas Martias ovvero il sesto giorno prima delle Calende di marzo.

=> Scoprite tutti i ponti e le festività del calendario 2017!

Anno bisestile: come si calcola e quando sarà il prossimo

Quando avverrà quindi il prossimo anno bisestile? Avendo avuto il 29 febbraio il 2016, il prossimo anno di 366 giorni sarà il 2020 e a seguire si presenterà ogni quattro anni. L’Occidente, che comunemente utilizza il calendario gregoriano dal 1582, ovvero una modifica del giuliano che non era più allineato con il ciclo delle stagioni, prevede quindi che è presente un anno bisestile ogni quattro anni; essi sono gli anni non secolari il cui numero è divisibile per 4 e gli anni secolari il cui numero è divisibile per 400.

marco cappato morte dj fabo

Dj Fabo morto, Marco Cappato annuncia: “Vado dai carabinieri ad autodenunciarmi per l’aiuto al suicidio di Fabo”

Calciomercato Inter Koulibaly

Calciomercato Inter ultimissime, Koulibaly nome nuovo per la difesa