in

Antiaging = Anti ictus

140725_yoga


Una serie di studi compiuti in anni recenti hanno individuato alcuni fattori di rischio per l’ictus.
Kaja Tikk del Cancer Research Centre (Germania), e colleghi, hanno valutato i dati raccolti su 23.927 uomini e donne allo scopo di identificare se uno stile di vita complessivamente sano può influire beneficamente sul rischio di un ictus.
Il team ha rivelato che l’obesità, il fumo, il consumo di alcol, una dieta scorretta e l’inattività fisica sono fattori di rischio per l’ictus, ma possono essere modificati, riducendo dunque il rischio, attraverso uno stile di vita migliore perpetrato nel tempo.
Circa il 38% dei casi di ictus sono stati stimati come prevenibili attraverso l’adesione ad stile di vita sano (non fumare, mantenere un ottimale indice di massa corporea e circonferenza vita, eseguire attività fisica regolarmente, consumare una quantità moderata di alcool, e adottare una alimentazione sana ed equilibrata).
Gli autori dello studio concludono: “La nostra analisi conferma ancora una volta l’importanza della prevenzione delle malattie, attuabile attravesro l’adozione di uno stile di vita corretto, da portrsi avanti negli anni, specie quando non si è più giovani. Evitare fumo, consumo di alcol, inattività fisica e diete scorrette sono step findamentali di questo processo.”

Integratori per il Sistema Cardiovascolare

Smetti di fumare con Paipo

Written by Monia Trentarossi

36 anni, Amministratore di AntiAging Club, il primo sito dedicato all'AntiAging, in partnership con AMIA, Associazione Italiana Medici AntiAging. Consulenza medica specialistica e vendita online di prodotti Antiaging delle migliori marche.
Vive a Milano, appassionata di viaggi in giro per il mondo, sport (fitness, vela, sci...) cinema e buone letture. Per UrbanPost scrive di Benessere.

Estate 2014 Vip al mare: da Belen Rodriguez a Martina Colombari ed Elisabetta Gregoraci (foto)

evoluzionismo Papa Francesco

Papa Francesco oggi ancora a Caserta, visita privata all’amico pastore evangelico