in

Anticipazioni Ballarò: la strage di Capaci e l’importanza del governo Letta

Cosa ha in serbo Giovanni Floris per i suoi telespettatori? Dopo aver incollato al teleschermo ben 4 milioni e mezzo di telespettatori con share del 18.11% con la scorsa puntata, domani sera, martedì 21 maggio, il conduttore di Rai 3 tornerà in onda, dalle 21:05, con Ballarò per analizzare, insieme ai suoi ospiti il governo Letta e la sua importanza per l’intero Paese. La trasmissione vedrà come fulcro un’unica domanda, vero e proprio leitmotiv della serata: “a chi conviene il governo Letta?”

giovanni floris

Dopo la consueta ed attesissima copertina ad opera di Maurizio Crozza, intorno a cui ruota parecchia curiosità soprattutto per capire contro chi punterà la sua satira il comico genovese, Floris, partendo dall’attualità e puntando l’attenzione sui lavori in corso a palazzo Chigi dove PD e PdL lavorano su IMU e IVA e nel ricordare che il primo provvedimento varato non parla solo di sospensione dell’Imu, ma anche di contratti di solidarietà e di precari della pubblica amministrazione, discuterà dell’importanza del governo con: il ministro degli affari regionali Graziano Del Rio, Alessia Mosca del PD, Anna Maria Bernini del PdL, gli economisti Giacomo Vaciago e Lidia Undiemi, Gianluca Pini della Lega Nord, l’immancabile editorialista di Repubblica Giovanni Valentini ed il presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli.

Nel corso della puntata si discuterà anche del 21° anniversario della strage di Capaci, avvenuta il 23 maggio del lontano 1992 sull’autostrada A29 a pochissimi chilometri da Palermo, grazie ad una intervista al presidente del Senato Piero Grasso e ad un intervento di Giuliano Amato. Si parlerà, infine, anche del referendum, a Bologna, sul finanziamento alle scuole paritarie.

Atletico Mineiro: Ronaldinho esulta fingendo di lanciare una bomba

Asma, come curarla: esporsi al sole aiuta