in

Anticipazioni “La Gabbia” 2 ottobre: quarto appuntamento “Lunghi coltelli” con, tra gli altri, Di Pietro, Tosi e Puppato

Questa sera mercoledì 2 ottobre andrà in onda il quarto appuntamento del rock show “La Gabbia”  uno dei tanti programmi di approfondimento giornalistico de La7 che s’intitolerà ‘Lunghi coltelli’. Il giornalista lombardo Gianluigi Paragone si distingue analizzando il forte contrasto tra il potere politico-finanziario e i cittadini. La Gabbia logo

Al centro della puntata, nel programma di approfondimento “La Gabbia” di Gianluigi Paragone, ci sarà una delle giornate campali e clou della politica italiana delle larghe intese che potrebbero restringersi al punto da far cadere l’esecutivo guidato da Enrico Letta. La quarta puntata de  “La Gabbia” seguirà da vicino la strettissima attualità politica con collegamenti dai tre luoghi simbolo della giornata di oggi: Montecitorio, il Quirinale e Palazzo Grazioli. Gli ospiti della puntata odierna saranno: Antonio Di Pietro, Flavio Tosi e Laura Puppato.

Nel corso della puntata Paolo Hendel porterà su La7 l’ironica e surreale caricatura di maggiore successo: l’inossidabile uomo d’affari e il magnate Carcarlo Pravettoni, di fede  berlusconiana. E dando sfogo alle sue freddure ribatterà punto su punto agli argomenti trattati nel programma. “La Gabbia”, inoltre, conterà sulla preziosa collaborazione del talentuoso comico Saverio Raimondo, da molti considerato l’erede di Daniele Luttazzi, che con la sua incisiva ironia offrirà una personale visione dei fatti e dei volti che riempiono la politica. La Gabbia sarà anche in streaming all’indirizzo live.la7.it, lo spazio dedicato alla diretta di tutti i programmi di La7, mentre su www.lagabbia.la7.it saranno disponibili i video che mostreranno i momenti più importanti delle puntate e le repliche integrali  in alta definizione. La Gabbia è anche su Twitter @lagabbiatv e su Facebook facebook.com/lagabbiala7

 

 

 

 
 

Seguici sul nostro canale Telegram

Animal House, il 7 ottobre in 40 cinema multisala italiani

Gli italiani amano tanto ma durano poco