in

Anticipazioni Le tre rose di Eva 2 quinta puntata, chi si nasconde nella soffitta di Pietrarossa

Fin dall’inizio della seconda stagione de “Le tre rose di Eva 2”, un dilemma attanaglia i telespettatori: chi si nasconde nella soffitta della misteriosa tenuta di Pietrarossa? Rimasto chiuso da decenni, il castello sembra dominare silenziosamente su Villalba con un’aura tetra e misteriosa: un segreto si cela tra le sue mura ed oscure presenze sembrano abitarlo, ma ben presto scopriremo che gli unici fantasmi qui presenti sono soltanto quelli appartenenti al passato dei nostri protagonisti…

le tre rose di eva

Puntata dopo puntata, sembra possibile ricostruire l’intricato puzzle di cui è protagonista Veronica, la spietata moglie di Amedeo Torre. Entrata nella vita del dottore in maniera apparentemente casuale, Veronica avrebbe ucciso la moglie di Amedeo per sposarlo soltanto pochi mesi dopo. Tra le diverse proprietà che le vengono mostrate a Villalba, Veronica sceglie proprio Pietrarossa e qui vi trascorre delle lunghe giornate in soffitta, in compagnia di una presenza non ancora svelata.

Ma tornando al dilemma da cui siamo portati: chi si nasconde nella soffitta di Pietrarossa? Quella che inizialmente sembrava essere un’oscura presenza è in realtà una persona in carne ed ossa. E’ la sua mano ad aver stordito Amedeo Torre, la sua voce quella che partecipa alla conversazione con Veronica durante la quinta puntata. Si tratta di una donna, la madre di Veronica, in cerca della sua vendetta contro i personaggi che abitano Villalba.

Seguici sul nostro canale Telegram

Striscia la Notizia, la musa dei Velini è solo e soltanto Elisabetta Canalis

zucchero seno

Tumore al seno: dottoranda italiana scopre il meccanismo