in ,

Anticipazioni Quarto Grado -La domenica stasera 10 dicembre 2017: il caso Yara Gambirasio

Secondo le anticipazioni di Quarto Grado – La domenica di stasera, domenica 10 dicembre 2017, Gianluigi Nuzzi si occuperà di un approfondimento sul caso riguardante il delitto di Yara Gambirasio. Dopo sette anni di misteri ed indagini, il giornalista e conduttore del noto programma di Rete 4, in onda alle 20:30 circa, si occuperà, insieme ai suoi inviati e agli ospiti in studio, di fare il punto della situazione, di analizzare i vari scenari che si sono venuti a delineare tentando di ipotizzare cosa potrà accadere da ora in poi.

Leggi qui tutte le news sui programmi tv di oggi 

Anticipazioni Quarto Grado – La domenica stasera 10 dicembre

Secondo le anticipazioni di Quarto Grado – La domenica di stasera, 10 dicembre, nello spazio dedicato agli approfondimenti e alle riflessioni, Gianluigi Nuzzi si occuperà della morte della giovane Yara Gambirasio,  la ginnasta di Brembate. Il caso che più di ogni altro ha diviso e sconvolto l’opinione pubblica italiana e non solo, continua ad essere avvolto dai misteri. Questo giallo pare essere diventato l’indagine scientifica più grande d’Europa per via del numero di persone coinvolte. In sette lunghissimi anni sono stati analizzati centinaia di DNA, ma soprattutto sono state svolte migliaia di analisi e di comparazioni per arrivare al nome di Massimo Bossetti. E’ lui l’unico imputato per il delitto della tredicenne di Brembate di Sopra  in provincia di Bergamo,  scomparsa nel pomeriggio del 26 novembre 2010 dopo aver lasciato il Centro Sportivo del suo paese.

Anticipazioni Quarto Grado -La domenica: il caso Yara Gambirasio

Il corpo di Yara Gambirasio venne ritrovato senza vita, tre mesi dopo, in un campo di Chignolo d’Isola, a circa 10 km dal suo paese d’origine. L’inchiesta apparve fin da subito complicatissima. Quanto accaduto sembrava impossibile. Poi una traccia di codice genetico emerse dagli indumenti della vittima. Gli inquirenti pensarono subito che potesse essere del presunto assassino e dopo averla raccolta lo identificato come “Ignoto 1”. Per dare un nome ed un volto ad ignoto 1 e far luce su quanto accaduto alla giovane ginnasta quel DNA venne quindi comparato col DNA di centinaia di persone e si scoprì appartenere ad un figlio naturale di Giuseppe Guarinoni, autista di Gorno morto nel 1999. Gli inquirenti sembravano trovarsi nuovamente davanti ad un vicolo cieco.

OMICIDIO YARA 7 ANNI FA LA SCOMPARSA

Le indagini, visto che Giuseppe Gerinoni era deceduto, passarono  a vagliare le precedenti frequentazioni dell’uomo. In questo momento, pertanto, gli inquirenti disposero migliaia di altri test genetici tra le donne della zona per identificare la madre di “Ignoto 1”, e così si arrivò a Ester Arzuffi. Da qui si arrivò, pertanto, a Massimo Giuseppe Bossetti, cresciuto dal marito della donna che non è il padre biologico. L’uomo fu arrestato il 16 giugno 2014. Da qui partì una vicenda processuale assai intricata che portò alla condanna all’ergastolo in primo e secondo grado  per l’operaio di Mapello.

caso yara news BOSSETTI IPOTESI FRATELLASTRO

La difesa, che da pochi giorni ha presentato ricorso per la sentenza di Appello, ora punta a un clamoroso ribaltone in Cassazione. Cosa accadrà? Quali scenari si verranno a delineare?

Rosy Abate

Rosy Abate La serie cast, Mario Sgueglia: “Luca era innamorato di Claudia prima di scoprire la sua vera identità”

Pensioni 2017 news: età pensionabile, esodati e donne, attesa per le decisioni del Governo

Pensioni 2017 news: Opzione Donna ed esodati, previsto il cumulo tra gli emendamenti