in

Anticipazioni Uomini e Donne, Trono Misto: Anna è critica, Aldo è stanco e Tommaso è inflessibile

Anche oggi venerdì 20 dicembre 2013, è stata trasmessa una nuova puntata  all’insegna del seguitissimo talk show di Canale5 Uomini e Donne, che è  l’ultima, prima della sosta natalizia, e che è andata a concludere non solo la settimana e il mese, ma anche l’intero  2013. L’anno prossimo il programma riaprirà i battenti martedì 7 gennaio. Una puntata dedicata al Trono Misto con i neo-tronisti: Anna Munafò, Tommaso Scala e Aldo Palmieri e che si ricollega a quello che è accaduto ieri. La Munafò ha qualche dubbio sulla serietà del corteggiatore Emanuele Trimarchi che sembra essersi calmato. Ma la stessa conduttrice Maria De Filippi lo difende ed evidenzia l’eccessiva criticità della sicula verso il romano. Di tutt’altro tenore la relazione di Anna con Marco, che prosegue senza scossoni e la giovane si sente al sicuro con lui. UeD Trono Misto Anna Munafò2

Smentendo la promessa fatta nella puntata scorsa, Alessia è entrata in studio ma Aldo le ha detto di essere stanco delle sue lacrime e l’ha invitata ad essere più tranquilla e meno dispotica e angosciante. Invece Tommaso Scala è più vicino a Flavia. I due hanno trascorso un’esterna sulla neve mostrando una certa armonia. Ma in studio Manila ha parlato di una ‘segnalazione’ raccontando che Flavia, al di fuori, frequenta un ragazzo, anche se non ne è certa. Allora Tommaso s’infastidisce e afferma di essere ancora più dubbioso su alcuni comportamenti della corteggiatrice.

Flavia cerca di difendersi dicendo che non c’è prova di quanto detto da Manila. In studio arriva una telefonata di una persona che sostiene di essere sicura che Flavia vede un altro. Tommaso, precipitoso ed inflessibile, invita Flavia a tornarsene a casa, senza dar ascolto alle parole della giovane.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

50 sfumature dakota scene sesso

50 sfumature di grigio anticipazioni, girate in Italia le scene più bollenti

Natale 2013 ricette, la ricetta dei cupcakes natalizi di Renato Ardovino