in

Antonio Logli arrestato ‘in diretta tv’: le conseguenze estreme di un processo mediatico

Antonio Logli arrestato ‘in diretta tv’: le conseguenze estreme di un processo mediatico e una condanna arrivata per il peso delle prove logiche che – lo dice la giurisprudenza degli ultimi anni – ormai entrano nel processo indiziario con un peso talvolta determinante.

Antonio Logli come Michele Buoninconti. Condannato per l’omicidio della moglie sebbene in assenza di prove schiaccianti. Solo indizi e la ricostruzione logica che ha portato i giudici, in tutti i tre gradi di giudizio, a reputarlo colpevole di omicidio volontario e distruzione di cadavere. Si è ragionato ‘ad esclusione’: vista la ricostruzione della Procura e gli indizi che portavano a lui, Roberta Ragusa non può che essere stata uccisa dal marito. Sebbene in assenza del suo cadavere e, quindi, della prova che la donna sia effettivamente morta, i giudici della Cassazione hanno confermato per l’uomo le condanne di primo e secondo grado a 20 anni di reclusione. Perché Roberta amava i figli, era una mamma presente e amorevole; perché aveva dei progetti per l’indomani della sua scomparsa (avvenuta nel cuore della notte a cavallo fra il 13 e 14 gennaio 2012 a Gello di San Giuliano Terme) e nei giorni a seguire e perché non può essere fuggita in una fredda notte d’inverno in pigiama e senza soldi né bagagli.

roberta ragusa news

Antonio Logli non la amava, lei lo sapeva. L’uomo la tradiva da anni con Sara Calzolaio, amica di Roberta e baby sitter dei figli. Nonostante ciò non chiedeva il divorzio per non ‘rovinarsi’ economicamente. Ma la notte della scomparsa Roberta lo ha sentito in soffitta parlare con voce fioca al telefono con l’amante, e fu in quel terribile frangente che scoprì l’identità della donna con la quale il marito la tradiva. Sconvolta scappò via fuori di casa, Logli la seguì e ne nacque una colluttazione. A vedere una coppia litigare per strada, nel cuore della notte, fu il vicino di casa Loris Gozi, super teste al processo. Antonio Logli quella notte avrebbe litigato furiosamente con la moglie e, preso dall’ira e fuori controllo, l’avrebbe uccisa per poi far sparire il suo corpo. Di questo si sono detti convinti il pm che ha condotto le indagini e i giudizi dei tre gradi di giudizio.

ROBERTA RAGUSA figlio

Antonio Logli ieri ha atteso in un B&B insieme alla figlia e Sara Calzolaio la sentenza definitiva ed è stato arrestato poco dopo la lettura del dispositivo, incappucciato per la tutela della sua privacy e tradotto in carcere dai carabinieri davanti ai flash impazziti dei giornalisti assiepati fuori dalla struttura ed in collegamento con le televisioni. Abbiamo assistito ad un arresto live perché così vuole il processo mediatico dei nostri tempi. Quello che fa inferocire l’opinione pubblica, che divide il pubblico, che entra dentro le case delle persone e legittima chiunque a scrivere sui social sentenze arbitrarie, giudizi feroci, parole violente. E genera odio che a sua volta alimenta odio, a prescindere dalla colpevolezza o innocenza di un imputato. Ma tant’è.

Roberta Ragusa news antonio logli

Logli ieri 10 luglio poco prima della mezzanotte ha varcato la porta del carcere di Livorno, dopo che la Cassazione ha confermato la sentenza di condanna a 20 anni per l’omicidio della moglie Roberta Ragusa, il cui corpo non è mai stato trovato. La procura di Pisa ha deciso di portarlo nel carcere livornese delle Sughere per evitare che il detenuto potesse essere vessato dalla folla di curiosi che si era radunata davanti alla casa circondariale Don Bosco di Pisa. Il marito di Roberta Ragusa – che nelle ore precedenti la sentenza si era mostrato sereno e fiducioso davanti le telecamere di Quarto Grado – è scoppiato in lacrime dopo la sentenza. “Sono disperato”, avrebbe detto stando a quanto riferito dal suo legale, Roberto Cavani. “Antonio è comunque una persona forte, dobbiamo stargli vicino”, ha aggiunto. Urla disperate di Sara Calzolaio che ha più volte gridato “Non è giusto! Non è giusto!” “Finalmente si smetterà di dire che mia cugina era in giro a divertirsi. Mia cugina è morta, lo ha detto anche la Cassazione. Giustizia è fatta”, ha dichiarato commossa Maria Ragusa, cugina di Roberta.

Potrebbe interessarti anche: Sara Calzolaio a Quarto Grado: “Se Roberta Ragusa tornasse?”, la risposta spiazzante

marco vannini ultime notizie

Marco Vannini diffuso audio inedito straziante mentre supplicava i Ciontoli: ancora dolore per i genitori

Prove Invalsi 2019: i risultati dei test non promettono nulla di buono