in ,

Antonio Tagliata tentato suicidio, il disperato appello della famiglia: “Aiutatelo”

“Sono realmente preoccupata per le condizioni di mio fratello: Antonio è detenuto nel carcere di Ascoli Piceno, sedato, imbottito di psicofarmaci. Non fa che dormire e piangere, ha continui attacchi di panico e allucinazioni, è molto malato e ha bisogno di aiuto”. A parlare è Clelia, sorella di Antonio Tagliata, il 18enne accusato di avere ucciso, con la complicità della fidanzatina di 16 anni i suoi suoceri, Fabio Giacconi e Roberta Perini, ‘rei’ di avere ostacolato il loro amore.

La ragazza, in collegamento video da Siracusa con la trasmissione Pomeriggio 5, ha puntato il dito contro la struttura penitenziaria dove è rinchiuso il fratello, ed ha lanciato un appello: “Martedì scorso ha tentato di uccidersi ingerendo della candeggina, e noi familiari ne siamo stati messi al corrente solo martedì!” – ha detto con veemenza – “mio fratello sta male, non viene aiutato. Ha sbagliato ed è giusto che paghi, ma deve pagare in una struttura adeguata alle sue problematiche”.

A confermare che Antonio Tagliata è fortemente depresso e bisognoso di cure mediche specifiche anche la nonna, che ha partecipato al collegamento video, e Luca Bartolini, legale del giovane detenuto, il quale ha parlato di “condizioni di salute molto serie” in cui verserebbe il suo assistito.

venezia carnevale bambini

Carnevale di Venezia 2016 programma per bambini

mostre ottobre torino monet

Mostra Monet a Torino: la GAM posticipa la chiusura al 14 Febbraio