in ,

Ape Panella a Milano: la tradizione siciliana nel cuore della Lombardia

Domenico Cuscino è un palermitano che vive a Milano da circa dodici anni, e che ha voluto introdurre la gente locale alle ricette tradizionali della sua terra. Con questo sogno in mente decise di partecipare allo scorso Fuori Salone di Milano con il progetto dell’Ape Panella. Fuori Salone è l’insieme degli eventi distribuiti attraverso la città lombarda in corrispondenza con il Salone Internazionale del Mobile, che si tiene ogni aprile.

Ape Panella è una motoape gialla, all’interno della quale è stata allestita una friggitoria per la preparazione delle panelle, frittelle di farina di ceci che vengono solitamente servite all’interno delle Mafalde, un tipico pane palermitano. Questo piatto rappresenta un classico esempio della Street Food siciliana, ed è per questo che Domenico Cuscino ha voluto realizzare la sua attività sotto forma di bottega ambulante. Poiché, chiaramente, anche i gusti locali sono importanti e vanno rispettati affinché un progetto simile possa avere successo, questi panellari propongono un versione rivisitata della ricetta tradizionale e servono la loro specialità con salse
della cucina palermitana, mantenendo sempre come condimento di base il succo di limone, il sale e il pepe. Tuttavia, ai clienti affezionati al piatto originale si offre la possibilità di ordinare la così detta ape panella classica, ovvero il pane e panelle senza aggiunta di salse.

Con l’aumento della loro popolarità, Cuscino e i suoi collaboratori hanno iniziato a realizzare anche altre ricette tipiche della propria terra, tra cui le arancinette, la caponata e i cannoli siciliani. In questo modo Ape Panella si è guadagnata anche un posto fisso all’interno del Mercato Internazionale dei Navigli, una manifestazione commerciale che andrà avanti fino ad ottobre. E non è tutto, perché questi chef ambulanti sono diventati molto richiesti anche per occuparsi del catering di compleanni privati o inaugurazioni, e per partecipare a manifestazioni culinarie di vario genere. Ancora una volta, quindi, il cibo permette un confronto tra diverse culture e riesce ad avvicinare tradizioni molto diverse fra loro come quella del profondo sud a quella dell’estremo nord.

Photo Credit: Ape Panella/Facebook

terni bimbo 6 anni stuprato dalla madre

Abusi sul figlio a scuola a Pistoia, la lotta di mamma Ilaria Maggi

arredare casa

Arredare casa online gratis: progettazione interni