in

Appia Antica, un percorso sensazionale da Roma a Brindisi: al via il progetto Mibact

Quattro regioni e un percorso lungo 500 chilometri. Il progetto Mibact che ha come protagonista l’Appia Antica nasce per tutelare un percorso sensazionale da Roma a Brindisi, quello realizzato dai Romani più di duemila anni fa e nascosto per tutto questo tempo. Un cammino che nasce anche dai suggestivi racconti a puntate su La Repubblica del viaggio del giornalista Paolo Rumiz e che ha una differenza rispetto agli altri cammini famosi: si può leggere sia verso Oriente come percorso laico che verso Occidente come percorso religioso.

Quella dell’Appia Antica è un’occasione preziosa per conoscere davvero la storia italiana, ma anche per scoprire i luoghi più segreti dove i turisti e chi ha il desiderio di visitare queste zone, non arrivano mai perché fino a oggi chiusi, nascosti per diversi motivi, gli stessi motivi che hanno fatto perdere tempo prezioso a chi desiderava conoscere gli angoli più silenziosi dell’Italia. Ma con il progetto Mibact questo tempo si potrà recuperare. Del resto l’importanza di questa strada era già stata confermata dai Romani che avevano deciso di darle il soprannome di Regina Viarum, la Regina delle Strade.

SCOPRI TUTTI GLI ALTRI EVENTI SU URBAN VIAGGI!

Colpisce come su questa via si trovi l’intreccio di popoli ed epoche, di personaggi e storie, dai greci ai Romani, fino ai Sanniti, califfati islamici e gli Svevi. Insomma, un percorso importante – risalente al 312 a.C. – dove ci si potrà abbandonare alle atmosfere di un tempo, quando quella strada attraversava il cuore del paese partendo da Porta Capena, vicino al Circo Massimo. Ricordata da sempre come la protagonista di importanti guerre e vicende di epoca romana, l’Appia Antica è uno di quei luoghi in cui si respira la storia anche solo ammirandola da lontano e con il progetto Mibact potrà tornare a vivere.

«E’ stato – spiega Rumiz – il ritrovamento di un bene mondiale scandalosamente abbandonato. Questa strada è sufficiente camminarla perché ricominci a vivere e perché si ristabilisca il corretto rapporto tra gli italiani e il territorio da cui hanno divorziato. Prima ancora che la tutela e la valorizzazione, noi chiediamo l’accessibilità e quindi l’uso dell’Appia Antica».

Se siete appassionati di storia, di questo percorso sensazionale da Roma a Brindisi, ma anche di altri cammini e strade importanti, basterà seguire gli approfondimenti sulle pagine di Urban Viaggi!

In apertura: Appia Antica

padre gratien rinviato a giudizio

Guerrina Piscaglia: giudizio immediato per padre Gratien, Mirco prosciolto

todi appy days festival app

Todi Appy Days 2015, dal 24 al 27 Settembre: torna il Festival delle App