in ,

Apple Casa: l’app che rivoluzionerà il modo di stare in casa

Un futuro in cui la casa diventa non solo tecnologica ma anche intelligente sembra sempre più vicino e questo anche grazie alle innovative idee in casa Apple; da tempo si parla di domotica, di tecnologie all’avanguardia per rendere la vita in casa più semplice e a portata di click. Ed è questo che sembra sempre più vicino grazie all’app “Casa” di Apple che, dopo aver introdotto due anni fa l’HomeKit ovvero una piattaforma per la domotica, si appresta a lanciare questa nuova app con l’introduzione di iOS 10. Cosa si potrà fare con questa particolare app per rendere più confortevole la propria vita in casa?

Secondo quanto spiega Corriere.it che ha provato in anteprima l’app di casa Apple, Casa trasformerà “ogni iPhone e ogni iPad in un telecomando capace di controllare lampadine, termostati, videocamere, antifurto e ogni altro prodotto connesso installato in una abitazione”. Ovviamente per fare ciò sarà necessario che gli accessori e gli elettrodomestici della propria casa siano “compatibili” con l’applicazione lanciata da Apple. in questo attraverso i comandi vocali di Siri sarà possibile far funzionare qualsiasi accessorio di casa, dall’aprire una finestra allo spegnere le luci.

Ciò che ha sempre fatto tentennare tutti coloro che hanno provato ad imbarcarsi in questo tipo di progetti, ovvero la sicurezza e la paura che attraverso il telefonino venisse a mancare la privacy di casa, non sembra fermare Apple che invece punta proprio su questa caratteristica lanciando l’app Casa per iOS 10. “La sicurezza e la privacy sono la nostra priorità e vogliamo certificare ogni singolo accessorio proprio per essere sicuri che nessuno possa avere accesso alla casa e soprattutto che nessun accessorio possa inviare dati all’esterno” precisa Apple.

Buffon Hollande

Gigi Buffon ringraziato da Hollande, Renzi: “Siamo orgogliosi di lui”

riforma pensioni 2016 Cesare Damiano prioritari oltre precoci e usuranti, opzione donna ed esodati

Pensioni 2016 news oggi: precoci e usuranti prioritari, per Cesare Damiano lo sono anche esodati e Opzione Donna