in ,

Apple Watch: pregi, difetti, segreti, costi e retroscena dell’iWatch

Il mistero che avvolge l’iWatch, così come la sua presentazione a sorpresa, è stato uno dei migliori coup de théâtre partorito dagli scaltrissimi esperti di comunicazione della Apple. La strategia di comunicazione per l’iWatch si basa in maniera sfacciata sul conferire all’oggetto del desiderio un‘allure di mistero combinata a quel tipico snob appeal da hipster tecnologico in perfetto stile fuorisalone del mobile milanese. Proprio  per questo il suo target ideale non vuole tutto e subito bensì ama l’idea di crogiolarsi nella masochistica attesa di conoscere trasversalmente tutte le funzioni del gioiellino in questione.

iWatch segreti

A mandare a monte questo piano seduttivo ci ha pensato il fondatore di Yahoo tech David Pogue, un giornalista tecnologico che da anni naviga fra le novità tecnologiche regalando primizie ai lettori. Quel volpone di Pogue ha assistito ieri, martedì 9 settembre, alla presentazione mondiale dell’Apple Watch. Il giornalista di Yahoo è stato fra i pochissimi eletti che hanno avuto la possibilità di osservare e studiare da vicino l’iWatch durante una sessione privata; ecco cosa ha scoperto.

Per prima cosa Pogue ribadisce l’impossibilità di conoscere una data entro la quale l’Apple Watch sarà messo in commercio, si parla di un fumoso quanto generico 2015. Per ciò che concerne il prezzo, invece, sarebbe possibile ipotizzare una cifra intorno ai 350 dollari per la versione basica; cifra destinata a lievitare vorticosamente a seconda del fatto che si scelga Apple Watch con cassa in acciaio inossidabile e display in cristallo di zaffiro oppure Apple Watch Sport con cassa in alluminio o  il proibitivo Apple Watch Edition, la cui cassa è realizzata in oro 18 carati. Si potrà, inoltre, scegliere tra la cassa di 38 mm o quella 42 mm.

Secondo Pogue l’iWatch visto da vicino e indossato è davvero molto bello e dal design decisamente accattivante; sarà possibile controllarlo in quattro modi differenti, anche mediante Siri. C’è anche la possibilità di inviare messaggi sensoriali, per esempio al partner che indossa il nostro medesimo modello di Apple Watch, attraverso un tocco che verrà replicato sul polso dell’amato. Appositi sensori fotosensibili monitoreranno la pressione sanguigna, il battito cardiaco, le calorie consumate, i passi effettuati e via discorrendo. Come si ricaricherà? Addio ai metodi canonici: il caricabatteria è, infatti, un disco magnetico che si collega direttamente alla parte posteriore dell’orologio.

Si tratta di un dispositivo resistente all’acqua, dotato di speaker e microfono per telefonare alla James Bond. Sarà possibile sincronizzare l’iWatch con il proprio iPhone. Resta ancora un mistero, invece, quanto durerà la batteria, che risoluzione avrà lo schermo e a cosa serva precisamente il “bottone grande”. Ai posteri l’ardua sentenza.

"Un filo di trucco un filo di tacco ...L’ultimo tour" dal 31 ottobre 2014 al 10 febbraio 2015 ornella Vanoni 80 anni in tour

Ornella Vanoni compie 80 anni: “Più di me Più di te Più di tutto”, triplo cofanetto di successi in uscita il 23 settembre e nuovo tour. Tutte le date

ricetta sacher dolci dopo il tiggì

Ricette Dolci dopo il tiggì, la “sacher al cioccolato bianco”