in

Aprire un’attività, gli Italiani hanno paura: la ricerca sull’imprenditorialità nel mondo

Aprire un’attività in Italia fa paura, è ciò che emerge da una ricerca che, pubblicata questo mese, si interroga sul tema dell’imprenditorialità: ecco i dati emersi nel nostro Paese e nel resto del mondo.

La ricerca in questione arriva dal Global Entrepreneurship Monitor (GEM) ed è stata condotta grazie ad una partnership tra il Babson college, l’Universidad del Desarrollo, l’Universiti Tun Abdul Razak, il Tecnológico de Monterrey, e la London business School: dai dati raccolti, emerge che il 66% degli adulti al mondo considera ancora l’imprenditorialità come un’ottima scelta di carriera mentre più della metà della popolazione attiva dichiara di avere le possibilità economiche e capacità per avviare un proprio business. Tra gli adulti di 60 diverse economie, poi, il 21% dichiara di aver intenzione di avviare la propria impresa entro tre anni.

Questi solo alcuni dei dati emersi dal rapporto…E l’Italia? Il nostro Paese sembra di aver paura ad intraprendere avventure imprenditoriali: solo il 5% degli adulti in età lavorativa, infatti, decide di aprire un nuovo business. Ma per quale motivo? La paura del fallimento è al primo posto come deterrente nell’avviare una nuova attività per 57,5% della popolazione attiva, fattore che fa precipitare l’Italia al penultimo posto tra 60 Paesi.

(Foto: Pressmaster/Shutterstock)

Amici 15 Cristiano Cosa

Amici 15 anticipazioni: Cristiano Cosa, i fan all’unanimità lo vogliono al serale

Roma Real Madrid probabili formazioni

Roma – Real Madrid diretta live Champions League, risultato finale 0-2: risultato bugiardo all’Olimpico