in ,

Arezzo, bidello accusato di abusi su 22 bambini dell’asilo

Un bidello di 51 anni è accusato di violenza sessuale aggravata su 22 bambini dell’asilo in provincia di Arezzo dove lavorava. I fatti risalirebbero a prima del marzo del 2012 e sarebbero avvenuti nei bagni della scuola, dove il bidello portava i bambini e una, volta spogliatosi, li costringeva ad atti sessuali forzati.

Il bidello prima è stato arrestato e ora ha l’obbligo di dimora nella sua casa in provincia di Arezzo. L’uomo si giustifica parlando di un caso, in realtà non infrequente, di autosuggestione dei bambini “accusatori”. L’inchiesta iniziò in seguito al repentino cambio di personalità di una bambina, che presentava crisi isteriche e parlava con un linguaggio divenuto improvvisamente scurrile.

Dopo i primi sospetti, le forze dell’ordine posizionarono nell’asilo microfoni e telecamere nascoste, senza però raccogliere nessuna prova. Anche l’analisi del computer dell’uomo, a differenza di altri casi simili, non presenta elementi a suo carico. L’udienza preliminare è prevista per il 3 febbraio.

Ultime notizie calciomercato Lazio: Cataldi vicinissimo all’Empoli

d'alessio malattia

Gigi D’Alessio malato, la bufala corre sul web e il cantante smentisce