in ,

Arizona, piccola Einstein a soli tre anni

Alexis è una graziosa bambina di tre anni che vive in Arizona, ma con un particolare davvero curioso: conosce tutte le capitali del mondo, ha imparato lo spagnolo da autodidatta e ricorda perfettamente le favole che mamma e papà le hanno raccontato la sera prima. Il segreto? Un quoziente intellettivo come quello di Einstein.

piccolo genio con Einstein

I medici che hanno sottoposto la bambina a test per verificare il suo livello di Q. I. hanno constatato che è pari a 160, come quella di Albert Einstein e Stephen Hawking. E’ ABC15 a riportare la notizia della bambina prodigio, che ha dato i suoi primi segnali di genialità quando ha iniziato a ricordare a memoria tutte le parole delle favole che i genitori le raccontavano la sera prima di andare a letto. Già a due anni riusciva a leggere ed ha imparato la lingua spagnola praticamente da sola con l’aiuto di un i-Pad. Alexis sa risolvere problemi matematici e conosce a memoria tutte le capitali del mondo, riuscendo a localizzarle geograficamente con precisione. Per il momento la bambina è entrata  a far parte del club Mensa, che riunisce tutte le menti eccelse, ma i genitori vorrebbero che la piccola continuasse a vivere tranquillamente come tutti i suoi coetanei.

Anche altri bambini prodigio in passato sono balzati agli onori delle cronache per le loro doti straordinarie. E’ il caso di Jacob Barnett, che a tre anni conosce perfettamente le leggi del moto planetario e sta studiando per ampliare la teoria della relatività, ma anche il piccolo Akrit Jaswal, il bambino indiano di sette anni che ha operato una coetanea che aveva perso l’uso delle dita in seguito a gravi ustioni. O ancora Ted Kaczynsky, tristemente conosciuto come Unabomber, entrato ad Harvard a 16 anni e già professore a Berkeley 9 anni dopo.

photo credit: Jody Art via photopin cc

photo credit: Dunechaser via photopin cc

Seguici sul nostro canale Telegram

agguato camilluccia

Viterbo, fermato uomo per eccesso di velocità che credeva di essere a Dubai

Proteste a Kiev: perché le persone sono scese in piazza e stanno morendo?