in ,

Arma di Taggia: l’ombra dello stalking dietro al tentato omicidio-suicidio di un carabiniere

Un carabiniere 31enne ha sparato a un’amica 33enne ferendola gravemente alla testa, è successo ad Arma di Taggia in provincia di Imperia. L’uomo, sposato, potrebbe aver subito una sorta di stalking da parte della donna che, innamorata di lui, avrebbe iniziato a sommergerlo di telefonate, visite improvvise e un corteggiamento serrato. La 33enne, originaria di Brescia, si trova in gravi condizioni mentre il carabiniere, dopo aver esploso il colpo ha rivolto l’arma verso di sé uccidendosi.

Al momento, però, risulta complesso restituire un quadro certo della vicenda: l’ipotesi più accreditata pare essere un corteggiamento molesto, non ricambiato da parte della donna diventato insostenibile quando le sue insistenze si sono rivolte anche alla moglie del 31enne. Secondo indiscrezioni, poche ore prima della tragedia, ci sarebbero state delle discussioni familiari che avrebbero sfibrato il carabiniere, intenzionato a mettere fine alla vicenda.

Al momento la presunta stalker è in sala operatoria, le sue condizioni paiono molto delicate e i medici non possono ancora sciogliere la prognosi. L’altro protagonista di questa vicenda è morto sul colpo, per suicidarsi e ferire l’ex amica ha utilizzato l’arma di ordinanza.

Halloween significato

Halloween significato di questa festa: storia, tradizioni, origini, perché ci si trucca da mostri?

giallo bozzoli news

Giallo Mario Bozzoli news: il suo operaio sarebbe morto per un infarto