in ,

Armato di pistola giocattolo: ancora ricercato l’uomo che ha seminato il terrore a Termini

L’uomo che ieri sera ha seminato il terrore in stazione Termini a Roma, facendo scattare l’allarme terrorismo perché segnalato da più testimoni con un fucile in mano, avrebbe avuto in realtà un’arma finta. Una vicenda paradossale, se si pensa poi a come si è sviluppata.

Mentre il panico dilagava, le forze dell’ordine facevano irruzione a Termini per evacuarla quanto prima, lui è riuscito a salire su un treno Regionale partito alle 20.15 e diretto ad Anagni, dove sarebbe arrivato alle 20.30. A bordo del convoglio, è stato intercettato da un carabiniere fuori servizio che, allertato dal capotreno che lo aveva notato con in mano un fucile, lo ha dunque controllato. Il militare, accertatosi che l’arma fosse una pistola giocattolo, con tanto di tappo rosso in plastica – “L’ho comprato per mio figlio, è un regalo per Carnevale”, gli avrebbe detto – ignaro del fatto che a Termini dilagasse il panico e l’uomo fosse ricercato, lo ha lasciato andare.

Dell’individuo poi si sono di nuovo perse le tracce. Stando alle ricostruzioni fatte dalla forze dell’ordine, che ancora lo stanno cercando, ad Anangni (Frosinone) avrebbe preso un autobus per Fiuggi dove però non sarebbe mai arrivato, sceso probabilmente ad una fermata intermedia. Da quel momento di lui più nessuna notizia, nessun avvistamento. L’uomo, che sarebbe un italiano sulla quarantina, non è stato identificato dal militare, dunque poterlo rintracciare ora si fa impresa alquanto difficile.

Il Paradiso delle signore FanPage 26 gennaio

Programmi Tv stasera, 26 gennaio 2016: Il paradiso delle Signore e Tim Cup Alessandria – Milan

doodle google oggi televisione

La televisione nel Doodle Google di oggi: 90 anni fa la prima dimostrazione