in ,

Arredare casa in pillole: intervista ad Angelo Meroni, Presidente di Lema

Angelo Meroni, Presidente di Lema, per il progetto editoriale “Arredare casa in pillole” di UrbanDonna – Casa, ha risposto ad alcune domande, dando alcuni consigli molto utili di arredamento. Dai primi passi per arredare casa, ai colori di tendenza del 2016, ecco tante curiosità…

Immaginiamo di entrare in una casa totalmente bianca e vuota, da che cosa si parte?

Generalmente si parte dai grandi arredi quindi dai sistemi per la zona giorno e la zona notte, da sempre il core business di Lema. Le librerie nel soggiorno, l’armadio o la cabina armadio nella camera. Segue la scelta del divano, del tavolo, altri protagonisti dello spazio domestico, e via via degli altri elementi d’arredo co- protagonisti dello spazio e dei complementi. Per noi infatti la casa è uno spazio pensato come un abito sartoriale. Un luogo votato al massimo relax dove a regnare è un senso di massima discrezione in cui il lusso resta sempre in sottofondo e a rimanere impressi non sono i singoli oggetti ma il loro insieme.

I tre colori di Lema del 2016?

I nostri colori saranno come sempre soft, delicati mai troppo urlati con inaspettati colpi di scena dati da colori più accesi per alcuni pezzi dal carattere più deciso. La casa Lema è una casa solare, mediterranea ma sempre discreta ed elegante e così di conseguenza i colori che proponiamo.

Il vostro pezzo che non dovrebbe mai mancare?

Quello che per noi non deve mancare è la qualità intesa come qualità dei materiali e delle lavorazioni e cura per i dettagli tipica della cultura manifatturiera che contraddistingue da sempre il design italiano di cui Lema è interprete da oltre 40 anni.

Meglio minimal o abbondare?

Il consiglio di Lema è di prediligere sempre uno stile che sappia conquistare per i dettagli ricercati sebbene solo sussurrati. E’ un understatement fatto di raffinati particolari che solo un occhio esperto sa riconoscere.

Che cosa serve per chiamare la casa, “Casa”?

Per Lema casa è un luogo dove il design entra in punta di piedi sposando uno stile di vita lontano dal clamore e dalla pretenziosità, dove le parole chiave sono accoglienza e convivialità, relax e calore. Anche le finiture devono sottolineare questo carattere che trova ragione d’essere nel riposo e nella condivisione dei momenti più informali.

La vostra pillola per i nostri lettori?

Puntare sempre alla qualità e alla massima personalizzazione per una casa a propria misura. Questa è la nostra filosofia ed è così che abbiamo sempre interpretato il made in Italy. Basti pensare che siamo stati i primi in Italia a presentare sistemi a spalla portante in un’infinita gamma di finiture e l’Armadio al centimetro, costruito su misura per il cliente e anche tutte le nostre proposte, quali sedute, imbottiti, tavoli, madie, letti e complementi, si distinguono per la grande possibilità di personalizzazione grazie alla vasta scelta di finiture, misure e colori.

Grazie

piatti di Natale in Emilia-Romagna

Pranzo di Natale 2015 in Emilia-Romagna: le migliori ricette della tradizione

La strage infinita degli innocenti editoriale Andrea Monaci

La strage infinita degli innocenti