in ,

Arresto Genovese, per il sindaco di Messina: “nessuno è intoccabile, ha sporcato la politica”

Renato Accoriti, l’insegnate che, a maggio scorso, è diventato sindaco della città dello Stretto, sconfiggendo a sorpresa il pupillo dell’onorevole Genovese, l’avvocato Felice Calabrò, ha dichiarato che: “personalmente il carcere non lo auguro a nessuno per mia cultura. Sul piano giudiziario l’inchiesta farà il suo corso, il fatto positivo è che oggi sappiamo che non esistono più gli intoccabili e che davanti alla legge ognuno, prima o poi, è chiamato a rispondere”.

renato_accorinti_messina

Mentre sul piano politico, ha aggiunto che Genovese aveva già fatto tanti danni con il suo modus operandi di costruire il consenso sul bisogno di tanti, facendo diventare la politica una merce avariata che aveva allontanato dalle istituzioni e dalla politica stessa tante persone perbene. Inoltre, con cinico uso del consenso accumulato aveva creato un blocco di potere incentrato sul cinismo facendo della politica “una cosa sporca”.

Il sindaco ritiene un segnale importante per tutti che il PD, lo stesso partito di Genovese, ha determinato la scelta di consentirne l’arresto, trasmettendo il messaggio che non c’è nessun intoccabile e che ci sono dei limiti che non si possono superare. Ci vorrà tempo per cambiare la città con il superamento di un modello di fare politica che si affida al potente di turno, mentre per costruire c’è bisogno del contributo di tutti, per creare benessere collettivo.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Laura Chiatti premio

Anticipazioni Verissimo, puntata 17 maggio 2014: Laura Chiatti sempre più innamorata del suo Marco Bocci

Italia

Mario Balotelli, maxi furto in casa: rubati gioielli e Porsche