in ,

Arriva da New York il selfie più antico della storia

Chi pensava che il selfie fosse una moda del momento si deve ricredere. Il tormentone tormentone social, divenuto virale nel 2013 grazie ai social network Facebook ed Instagram ha un’origine ben più lontana nel tempo. Al Museo di New York è conservato il primo autoscatto della storia della fotografia che risale al 1920, ed è stato fatto dalla Byron Company, uno dei più antichi studi fotografici americani di Manhattan.

selfie di Papa Francesco

Nell’autoscatto sono ritratti a sinistra Joseph Byron, che sostiene la macchina con la mano destra, aiutato da Ben Falk, che la regge con la mano sinistra poiché a quei tempi le camere erano molto pesanti. Il risultato è un autentico selfie, il primo della storia della fotografia. Joseph è il fondatore della Byron Company, uno dei più antichi studi fotografici nato nel 1892. Londinese di origine, Byron partì per gli Stati Uniti dove fondò lo studio, che dovette chiudere nel 1942 in piena Guerra Mondiale. La Byron Company resta celebre per aver regalato i primi scatti della Grande Mela degli inizi del secolo scorso, e oggi i discendenti hanno continuato la tradizione di successi lavorando nel campo del giornalismo e del lifestyle.

La moda della foto scattata con lo smartphone o webcam e poi condivisa sui social ha travolto tutti, dalla gente comune ai personaggi dello spettacolo, che non perdono un solo istante della loro giornata per condividerla con la rete. Persino Papa Francesco è stato contagiato da questa mania. E non solo. Il quotidiano sudafricano Cape Times ha rivisitato alcuni degli scatti più famosi in chiave selfie utilizzando il fotomontaggio, come il celebre bacio tra il  marinaio americano e l’infermiera a Time Square per festeggiare la fine della Seconda Guerra Mondiale o il più recente tra i novelli sposi William e Kate.

Seguici sul nostro canale Telegram

Tecnologia: iPhone profumato? Con Scentee si può

Rania di Giordania

Rania di Giordania ricorda re Hussein