in

Arriva il viagra femminile a cosa serve e come funziona? A ottobre nelle farmacie

E’ ufficiale: il viagra femminile ha avuto il suo via libera negli Usa quasi vent’anni dopo la diffusione della celebre pillola blu. Verrà commercializzato con il nome di Addyi, sarà rosa ed è a tutti gli effetti un medicinale chiamato filibanserina. La Food and Drug Administration americana ha dato il via libera finale alla distribuzione del farmaco dopo ben due bocciature, nel 2010 e nel 2013. Il prodotto potrà essere distribuito esclusivamente dietro prescrizione medica per donne in fase pre-menopausa che subiscono un pesante calo della libido. Per i primi 18 mesi non sarà consentito pubblicizzare Addyi.

Janet Woodcook, direttrice del centro di valutazione e ricerca sui medicinali (Cder) della Food and Drug Administration ha dichiarato: “Questo via libera offre alle donne che soffrono per il loro basso desiderio sessuale un’opzione di cura approvata. I pazienti devono rendersi conto pienamente dei rischi associati all’utilizzo di Addyi prima di prendere in considerazione il trattamento”. Va comunque reso noto che ci sono dei possibili effetti collaterali quali abbassamento della pressione e perdita di coscienza.

Come funziona questo farmaco? Ovviamente agisce sul cervello, organo che da sempre le donne riconoscono come vero tempio della sessualità. Addyi agisce direttamente sui neurotrasmettitori stimolando il rilascio di dopamina e di noradrenalina. A differenza del viagra maschile, che va assunto soltanto all’occorrenza, la pillola rosa va ingerita quotidianamente con regolarità; il suo meccanismo è più simile a quello di un antidepressivo, infatti la dopamina è largamente presente negli psicofarmaci.

vittorio brumotti aggredito

Vittorio Brumotti aggredito: Giorgia Palmas commenta polemica su Instagram

sagre e itinerari nel gusto Romagna

Sagre in Romagna agosto-settembre 2015: i migliori eventi per una vacanza…appetitosa