in ,

Artigiano ucciso a Sestri Levante: delitto feroce eseguito da più persone, caccia ai killer

Omicidio Sestri Levante (Genova) ultime notizie indagini: chi ha tolto la vita all’artigiano 50enne Antonio Olivieri, gli avrebbe testo una trappola. Ne sarebbero convinti gli inquirenti. L’uomo è stato trovato morto ieri mattina nella cantina della sua casa, attirato lì da più persone, che lo avrebbero ucciso a martellate. La vittima è scesa  in tuta e ciabatte. colpito con estrema ferocia, aveva delle profonde ferite alla testa procurategli con un bastone o un martello. La scena del crimine fa inoltre ipotizzare che sia stato ucciso da dei sicari che avrebbero agito su commissione.

Domani, sabato 25 novembre, sarà effettuata l’autopsia sul suo corpo. Chi lo ha ucciso gli ha stretto al collo una fascetta da elettricista per strangolarlo ed essere certo che fosse morto. Un assassinio a dir poco barbaro. Addosso al cadavere della vittima c’era il suo telefonino. All’apparenza sul dispositivo non sarebbero emersi telefonate e messaggi né in entrata né in uscita dalla sera prima e fino all’ora del delitto. Non si esclude tuttavia che i killer le abbiano cancellate di proposito.

Leggi anche: Sestri Levante ucciso artigiano: colpito alla testa e strangolato con fascetta da elettricista

L’artigiano si era separato da poco e aveva con la ex moglie dei rapporti molto conflittuali, fatti di denunce e accuse di maltrattamenti (da cui poi era stato prosciolto) da parte della donna, che ha origini brasiliane. Gli inquirenti stanno scavando nella vita privata della vittima, in particolare nei rapporti con la ex moglie che, è emerso in queste ore, sembra avesse ricevuto non molto tempo fa una donazione di 90mila euro da un uomo anziano suo amico e che la rendeva economicamente indipendente.

La donna – Gesonita Barbosa, 35enne conosciuta anche come Anita Brandao – è già stata sentita dagli investigatori. Ha fornito un alibi per l’ora del delitto, ha indicato con chi era e dove, sottolineando che i suoi spostamenti sarebbero stati ripresi dalle telecamere. Tre le piste al vaglio oltre quella familiare, anche l’ambito lavorativo e quella di un giro di albanesi spacciatori con il quale Antonio Olivieri potrebbe essere entrato in contatto.

nicola savino lascia la rai

Nicola Savino a Verissimo: “Fiorello è come uno di famiglia”

Tu si que vales

Tu si que vales 2017 anticipazioni 25 novembre 2017: i nomi dei semifinalisti (FOTO)