in

Asi: entro due o tre anni nello spazio con navicelle private

La prospettiva di viaggiare nello spazio è sempre più vicina alle persone comuni visto che molti vettori privati si stanno attrezzando per portare in orbita cittadini comuni entro pochi anni. Sebbene per il momento l’idea di viaggiare nello spazio possa essere appannaggio soltanto di persone estremamente abbienti, è ragionevole immaginare che in un futuro più o meno lontano un’esperienza del genere potrà essere vissuta anche da persone economicamente meno dotate.

iss spazio privati asi

Di certo questa discesa in campo di soggetti privati garantirà un abbattimento dei costi anche per il trasporto di astronauti professionisti. Anche la recente decisione del presidente statunitense Obama di prolungare la vita della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) fino al 2024 darà ulteriore stimolo ai vettori provati.

A conferma di tutto ciò arrivano le dichiarazioni rilasciate dal presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Enrico Saggese, all’Adnkronos: “La Space X [uno dei vettori privati, ndr] ha già annunciato ufficialmente di voler portare equipaggi di sette astronauti sulla Iss nel 2017, ma l’obiettivo, visti i prossimi dieci anni di attività consolidata della Iss annunciati da Obama, potrebbe essere raggiunto già nel 2016 […] Con la spinta degli Usa alla cooperazione fra tutti i Paesi, si rafforza anche il rapporto pubblico-privato nelle attività spaziali. Basti pensare ai progetti della grande industria statunitense Bigelow Aerospace che sta programmando anche una terza stazione spaziale, dopo la Iss e la cinese Tiangong 1, per lanciare il business e il turismo privato nello spazio. [Con la decisione di Obama, ndr] si consolidano anche gli utili di aziende private come la Space X”.

postepay

PostePay clonata, 50enne invalido coinvolto in una truffa a sua insaputa

Anticipazioni Beautiful lunedì 13 gennaio: Katie esce dall’ospedale