in ,

Asia Argento, Jimmy Bennett a Non è l’Arena di Giletti: “Mi ha violentato, la chiamavo mamma”

Asia Argento, Jimmy Bennett a Non è l’Arena di Massimo Giletti dichiara: “Mi ha violentato, la chiamavo mamma”. Ospite stasera su La7 a Non è l’Arena l’attore e musicista rock californiano, che accusa di molestie la figlia di Dario Argento, ha ribadito in studio la sua versione dei fatti: l’attrice italiana avrebbe abusato sessualmente di lui quando era minorenne“C’è una perfetta corrispondenza tra lo schema Asia e lo schema Weinstein. Anche Asia ha abusato del proprio potere”, ha spiegato Bennett. Il 22enne, jeans, camicia bianca e giacca blu, capelli biondo platino, ha parlato accanto al suo legale, Gordon Sattro. Ha risposto a tutte le domande di Giletti e ricostruito nei dettagli l’incontro con la Argento, cinque anni fa al Ritz Carlton di Marina del Rey in California: “Ci siamo incontrati al Ritz Carlton a Marina del Rey in California… Ero con un accompagnatore che è salito fino alla stanza dell’albergo. Asia era entusiasta e mi guardava dritta negli occhi, poi ha dato uno sguardo al mio accompagnatore e gli ha chiesto: ‘Ma tu chi sei?’. Lo ha fatto sempre sentire un intruso durante l’incontro e quindi il mio accompagnatore ci ha lasciato soli”.

Bennett è poi sceso nei particolari: “Tutto poi accade molto rapidamente. Asia mi ha offerto dello champagne e ha iniziato a fumare una sigaretta mentre mi raccontava del film che intendeva girare con me. Mi ha preso il viso e mi ha guardato e mi ha detto: ‘Mi sei mancato tantissimo’ e ha iniziato a baciarmi. La mia interpretazione era che mi stesse mostrando il suo affetto. Il bacio si è prolungato e ho avuto l’impressione che non fosse un bacio amichevole ma che stesse cercando di esplorare la situazione. Dopo Asia ha appoggiato le mani sul mio corpo in modalità diverse e poi mi ha spinto sul letto e mi ha slacciato la cintura e i pantaloni …”. 

La Argento e Bennett avevano recitato insieme nel 2004, nel film della Argento Ingannevole è il cuore più di ogni altra cosa, l’attore interpretava il figlio della Argento. “Non penso che questa vicenda danneggerà il movimento #MeToo. Abbiamo visto molte attrici che hanno denunciato le azioni malvagie di Weinstein. Il movimento di Asia punta il dito contro chi abusa del proprio potere. Io ho provato la stessa sensazione. Noi leviamo il velo sull’ipocrisia di Asia”. 

 

Written by Vittoria Verdi

Giornalista pubblicista, reporter e copywriter. Appassionata di cinema, simpatizza decisamente per i cani ma sta imparando a relazionarsi ai gatti con risultati soddisfacenti, scrive per svariate testate giornalistiche on line e cartacee. Astemia, vintage prima della moda del vintage e amante dello smalto rosso in ogni sua declinazione.

Jessica Lattuca scomparsa a Favara: a fuoco auto ex datore di lavoro, indagini in corso

“Uomini e donne” anticipazioni, Sara Affi Fella durante il trono era fidanzata: la rabbia di Maria De Filippi