in

Asma e precariato: il rischio di ammalarsi aumenta del 60% tra chi teme di perdere il lavoro

Il timore di perdere il lavoro, sempre più diffuso nel nostro Paese dove il tasso di disoccupazione ha raggiunto numeri agghiaccianti, genera ansia e stress. Si viene così ad innescare un meccanismo pericoloso che apre la strada al rischio di contrarre molte malattie, tra cui l’asma.stress da lavoro

A rivelarlo uno studio scientifico condotto dai ricercatori dell’Istituto di medicina occupazionale e sociale dell’università di Dusseldorf, in Germania, i quali hanno studiato la relazione che intercorre tra la comparsa di crisi asmatiche e lo stress sul lavoro. Sotto analisi ben 7 mila lavoratori, sia uomini che donne, osservati dal 2008 al 2011, monitorati quindi nel periodo di crisi economica che ha attraversato tutta l’Europa. Ecco cosa è emerso: il timore di rimanere senza lavoro aumenta del 60% il rischio di ammalarsi di asma.

Durante l’indagine i ricercatori hanno riscontrato la comparsa di 105 nuovi casi di asma e disturbi respiratori correlati, sempre in soggetti afflitti da preoccupazioni per il proprio destino lavorativo. “Esiste una relazione fra asma e stress correlato con il lavoro” – hanno dichiarato gli esperti – “la relazione tende a essere leggermente più evidente fra i lavoratori a basso reddito, più giovani e single”.

Verissimo anticipazioni 27 settembre: Dear Jack e la coppia Chicca e Giovanni ospiti

Calciomercato Inter: Obiang, nuovo obiettivo per il centrocampo