in ,

Assassino di Yara Gambirasio, Jacopino insorge contro i giornalisti: moglie e figli di Bosetti violati

Enzo Jacopino, presidente dell’Odg nazionale è insorto su Fb richiamando i giornalisti che hanno strumentalizzato volgarmente la cattura del presunto assassino di Yara. Jacopino sottolinea quanto inutile – ai fini del diritto dell’informazione – sia stato mostrare la casa di Bosetti, la moglie e i figli. “Ascolto e leggo cronache sull’arresto del presunto assassino. Provo vergogna. Oggi chiederò agli Ordini regionali di aprire procedimenti disciplinari nei confronti di chiunque abbia avuto comportamenti deontologicamente scorretti. I figli minori e la moglie dell’uomo, i suoi fratelli – gli uni e gli altri sicuramente innocenti e trasformati in vittime – la sua casa esposta senza alcun rispetto, quasi a innescare un nuovo turismo dell’orrore come avvenne ad Avetrana. Vergogna.”

ordine giornalisti caso yara

Enzo Jacopino intende sottolineare l’inutilità del rendere riconoscibile la casa del presunto assassino e, soprattutto, la vigliaccheria che risiede nella reiterata esposizione mediatica dei figli e della moglie del presunto killer: “Davvero aggiunge qualcosa alla notizia del suo arresto, l’indicazione dell’indirizzo della casa dove abitava con moglie e figli? Cos’è, completezza dell’informazione? Ma si parla di una indagine per omicidio o di una ricerca immobiliare sulle abitazioni prossimamente in vendita. O, ancora, di una ricerca demografica?

Con quest’ultima dichiarazione Jacopino prende le distanze dal moralismo e garantismo esasperato: “Non voglio fare confronti e gli innocentisti a prescindere (dalle indagini) mi irritano un po’. Ma in quella casa vivono anche una donna, la moglie, e tre minori: tutti innocenti o, più esattamente, vittime di questa tragedia cominciata con l’assassinio di Yara. Dovremmo tenerlo a mente.

Ochoa Twitter

Mondiale 2014: Guillermo Ochoa, il portiere para tutto del Messico (Video)

Tracce maturità

Maturità, denunciato Scuolazoo.it: prometteva soluzioni via chat delle tracce d’esame