in

Assegno di invalidità civile 2017: a chi spetta, a quanto ammonta, quando decorre

Assegno di invalidità civile 2017: a chi spetta?

L’assegno di invalidità civile costituisce un sostegno economico per tutti coloro che mutilati e invalidi civili, di età ricompresa tra 18 e 65 anni, a cui è stata riscontrata una invalidità tra il 74% e il 99%. Così come avviene per la pensione di invalidità civile, si tratta di una provvidenza a natura assistenziale, ovvero sganciato da un qualsiasi tipo di contribuzione previdenziale o rapporto assicurativo. Beneficiari della misura, introdotta per la prima volta dalla legge 118/1971, sono i cittadini italiani residenti in Italia; a loro sono equiparati, purché sempre residenti in Italia, i cittadini comunitari e i cittadini extracomunitari. La Corte Costituzionale con sentenza 187/2010 ha annullato il requisito della titolarità della carta di soggiorno per usufruire dell’assegno di invalidità. Il sostegno economico può essere richiesto da soggetti di età tra i 18 e i 65 anni, così come accennato prima. A partire dal 1° gennaio 2016 l’età massima per usufruire della provvidenza è stata elevata a 65 anni e 7 mesi e per i successivi anni è stata agganciata al meccanismo della speranza di vita. L’assegno è erogato per 13 mensilità all’anno con decorrenza dal primo giorno del mese successivi a quello della presentazione della domanda per l’accertamento di invalidità, non reversibile ai superstiti in caso di morte del beneficiario e ammonta, per l’anno 2017 a 279,47 euro al mese.

 

Assegno di invalidità civile 2017: beneficiari, requisiti, condizioni

Ci sono anche dei requisiti reddituali da rispettare. L’assegno di invalidità per l’anno 2017 è erogato ai soggetti interessati se posseggono un reddito di valore non superiore a 4.800,38 euro. A tal proposito si valutano i redditi di qualsiasi natura calcolati ai fini Irpef al lordo degli oneri deducibili e delle ritenute fiscali. Naturalmente la valutazione del reddito deve essere effettuata solo nei riguardi del percettore della misura e non anche nei confronti del coniuge o altri familiari. L’assegno di invalidità non è compatibile con le prestazioni dirette di invalidità erogate a qualsiasi titolo. La legge 407/1990 sancisce che le prestazioni pensionistiche erogate dall’Inps, eccetto “Quelle erogate ai ciechi civili, ai sordomuti e agli invalidi totali non sono compatibili con prestazioni a carattere diretto, concesse a seguito di invalidità contratte per causa di guerra, di lavoro o di servizio, nonché con le pensioni dirette di invalidità a qualsiasi titolo erogate dall’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti dei lavoratori dipendenti, dalle gestioni pensionistiche per i lavoratori autonomi e da ogni altra gestione pensionistica per i lavoratori dipendenti avente carattere obbligatorio”. Tuttavia al beneficiario viene riconosciuta la possibilità di scegliere il trattamento più favorevole. Mentre non ci sono limitazioni al riconoscimento di un altro trattamento di tipo previdenziale che non sia di invalidità, sempre il reddito annuale stabilito dalla legge venga rispettato.

Assegno di invalidità civile 2017:

Riguardo alla possibilità per il beneficiario di svolgere un’attività lavorativa, visto che la legge 118/1971, istitutiva della misura, stabilisce che il titolare dell’assegno non possa svolgere alcuna attività lavorativa, né autonoma, né subordinata, a tal fine il soggetto deve trasmettere ogni anno all’Inps un’autocertificazione nella quale dichiari di non svolgere alcuna attività lavorativa. Nel momento in cui dovesse mutare la situazione lavorativa, il beneficiario dell’assegno di invalidità deve darne tempestiva comunicazione all’Inps. Nonostante questa disposizione, nella prassi, l’Inps, considera la percezione di un reddito inferiore a 4.800 euro l’anno non incompatibile con l’erogazione dell’assegno di invalidità. Dopo i 65 anni e sette mesi di età il sostegno si trasforma in assegno sociale sostitutivo dell’invalidità civile.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

antnella lettieri omicidio news

Omicidio Antonella Lettieri news: Salvatore Fuscaldo, emersi nuovi inquietanti particolari

Amici 16: Riccardo Marcuzzo vittima di un errore di Francesco Facchinetti