in

Assisi, nasce il Centro Internazionale di Ricerca Neuroscientifica: “Studiare il cervello è una delle sfide più difficili e importanti”

E’ stato inaugurato oggi ad Assisi il Centro Internazionale di Ricerca Neuroscientifica: nato da un progetto della Fondazione Patrizio Paoletti, si occuperà di prevenzione di stati neuro-degenerativi e disturbi dell’apprendimento e della promozione della salute e del benessere neurofunzionale.

La Fondazione Patrizio Paoletti ha inaugurato oggi ad Assisi, negli spazi di via Cristoforo Cecci, il nuovo Centro Internazionale di Ricerca Neuroscientifica: il centro è attrezzato con apparecchiature per l’analisi e la ricerca di ultima generazione (elettroencefalogrammi, rilevatori sensomotori, prototipi di macchinari per training cognitivi) e sarà polo operativo e punto di riferimento per diversi progetti di ricerca che la Fondazione sta portando avanti insieme a prestigiosi istituti e università, in ambito nazionale e internazionale. Al suo interno, i ricercatori si occuperanno di proseguire gli studi compiuti durante gli ultimi anni sugli effetti di diversi training volti a migliorare le prestazioni cognitive e prevenire diverse patologie neuro-degenerative. Tra questi un paradigma testato con risultati eccellenti e apprezzato anche in ambito accademico: si tratta della tecnica del Quadrato Motor Training (QMT), un training ideato da Patrizio Paoletti – presidente dell’omonima Fondazione – che coinvolge la coordinazione motoria e l’attenzione focalizzata dell’individuo.

“Oltre a essere il luogo in cui la nostra fondazione è nata e si è consolidata nel tempo, Assisi è una città internazionale e interculturale all’altezza dei progetti più all’avanguardia. Per questo abbiamo scelto di dare vita qui e non altrove al nostro nuovo Centro di ricerca. Studiare il cervello è oggi una delle sfide insieme più difficili e più importanti che abbiamo davanti. Circa 100 miliardi di neuroni si connettono e si riorganizzano continuamente nel nostro cervello, dal giorno in cui nasciamo fino alla fine della nostra vita. Dal modo in cui questi straordinari processi accadono, dipendono la qualità del nostro vivere e la nostra capacità di prefigurare il futuro” ha affermato Patrizio Paoletti, presidente della Fondazione.

Seguici sul nostro canale Telegram

Grande Fratello Vip Antonella Moosetti

Grande Fratello Vip: Antonella Mosetti rischia la squalifica dopo la lite con Giulia De Lellis?

Bluetooth auto, pc e smartphone: il vero significato del simbolo