in

Assunzioni Poste Italiane 2019: 60 offerte di lavoro, ecco dove e requisiti (GUIDA COMPLETA)

Il 13 giugno scorso Poste Italiane ha siglato l’accordo conPos i sindacati che prevede 1.580 assunzioni entro la fine del 2018 e che nell’arco del triennio 2018-2020 vede coinvolti circa 6.000 lavoratori con stabilizzazione dei rapporti a tempo determinato, conversioni part time – full time e nuove assunzioni. E adesso il gruppo di Poste Italiane è pronta ad avviare l’iter di assunzione per ben 7500 nuove risorse da inserire all’interno dell’azienda. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul nuovo piano assunzioni di Poste Italiane che dovrebbe concludersi nel 2019 portando posti di lavoro per 7500 persone. A fare il punto della situazione sono gli esponenti del governo Conte attualmente a lavoro con i gruppi sindacali. Intanto, sempre i sindacati, hanno annunciato l’assunzione di circa 60 nuovi dipendenti su territorio toscano.

Assunzioni Poste Italiane 2019, offerte di lavoro in Toscana

Saranno circa sessanta le assunzioni alle Poste in Toscana nei prossimi mesi. Le assunzioni saranno rivolte a coloro che abbiano già lavorato nell’azienda negli ultimi cinque anni. Le assunzioni sono riservate a chi abbia già lavorato dal 1° gennaio 2014, o ancora lavori, con contratti a termine in Poste Italiane. Per spiegare a chi fosse interessato le procedure e le modalità attraverso le quali è possibile chiedere l’inserimento nelle graduatorie, il sindacato lavoratori Poste della Cisl ha organizzato un incontro informativo, che avrà luogo martedì prossimo, 23 ottobre, alle ore 16 nell’auditorium della Cisl Toscana, in via Benedetto Dei 2/a, a Firenze.

Assunzioni Poste Italiane 2019: tutte le info utili

All’incontro parteciperà il segretario nazionale della Slp-Cisl Fabio Colombo, che ha seguito in prima persona la trattativa a livello nazionale. “E’ uno dei risultati – spiega il segretario della Slp-Cisl Toscana, Marco Nocentini – dell’accordo unitario che abbiamo sottoscritto nel giugno scorso e che prevede 3.000 assunzioni, in più fasi, a livello nazionale. Questa è la prima tranche, che prevede appunto circa 60 nuovi ingressi di personale nelle province di Arezzo, Firenze, Lucca, Pisa, Prato e Siena.

 

Fabio Basile racconta al “Grande Fratello Vip” la sua terribile malattia

Isabella Noventa news: disperata proposta del fratello a Freddy Sorgato