in

Assunzioni Poste Italiane settembre 2018: offerte di lavoro per figure commerciali, ecco come candidarsi, requisiti e info utili (GUIDA COMPLETA)

Lavorare nelle Poste Italiane è il sogno di molti. E le possibilità ci sono: avviate nuove ricerche del gruppo Poste Italiane anche per il nono mese dell’anno. Fino al 30 settembre 2018 è aperta la ricerca di nuove figure commerciali per la sede di lavoro di  Bolzano e del Trentino Alto Adige. Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’offerta di lavoro di Poste Italiane.  L’offerta di lavoro riguarda l’ambito di operazione “Figure di Front End“, ovvero il classico commerciale. Ecco cosa c’è da sapere sulla tipologia contrattuale, la scadenza della domanda, i requisiti per avere accesso e le sedi dove è aperta la ricerca di lavoro.

Leggi anche: Tutte le offerte di lavoro con UrbanPost

Assunzioni Poste Italiane settembre 2018: mansioni e requisiti

La figura di Front End ricercato da Poste Italiane dovrà occuparsi di Promozione e vendita di prodotti/servizi di competenza, assicurando l’espletamento delle relative procedure operative e amministrative nel rispetto degli standard di qualità e della normativa. Fornire informazioni ai clienti in ottica di fidelizzazione e sviluppo. Quali sono i requisiti?  Diploma di scuola superiore almeno quadriennale e il possesso del patentino di bilinguismo, rilasciato dalla Provincia di Bolzano . (cfr. il seguente link). Costituisce titolo preferenziale aver maturato esperienze professionali in attività a contatto con pubblico e/o in ambito commerciale/vendita.

Assunzioni Poste Italiane settembre 2018: contratto e scadenza domanda

Si offrono iniziali contratti a tempo determinato in relazione alle specifiche esigenze aziendali. Potrai essere coinvolto nel processo di selezione solo se in possesso dei requisiti richiesti ed in relazione alle specifiche necessità aziendali. L’annuncio scadrà il 30 settembre 2018

Replica Temptation Island Vip 2018 prima puntata del 18 settembre: come vedere il video integrale

Brescia, condannato il nonno orco per abusi sulla nipotina: «Si trattava di giochi, nulla più!»