in

Atletica, Alex Schwazer: il Tna non fa sconti, tornerà ad aprile 2016

Il Tribunale Nazionale Antidoping del Coni non ha fatto sconti al marciatore Alex Schwazer; l’atleta altoatesino era stato squalificato per 3 anni e 6 mesi il 23 aprile del 2013 in seguito alla positività ad un controllo antidoping precedente alle Olimpiadi di Londra 2012, quando erano state trovate nel suo corpo tracce di eritropoietina ricombinante.

Dopo il crollo psicologico, Schwazer ha cominciato ad allenarsi sotto la guida di Sandro Donati e negli ultimi tempi ha ottenuto risultati incoraggianti; l’oro olimpico a Pechino 2008 ha fatto registrare, con un crono ufficioso sui 20km a Roma il tempo di 1h18’57 che sarebbe il sesto crono del 2015. Non potrà tuttavia tornare a gareggiare in gare ufficiali prima del 29 aprile 2016.

Le speranze di partecipare alle Olimpiadi di Rio 2016 si assottigliano, anche se Schwazer si è detto fiducioso in proposito puntando deciso alla Coppa del Mondo che si correrà in Russia il 7-8 maggio 2016; se per l’altoatesino arrivasse la convocazione della Fidal, quella sarebbe l’ultima occasione per poter andare ai Giochi Olimpici. Schwazer dice di essere cambiato anche se questa volta il tempo non gioca a suo favore.

Fare l'amore prima delle gare sportive fa bene

Morsi al partner, ecco la motivazione scientifica

eventi expo 6 ottobre

Milano Expo 2015: programma eventi di martedì 6 ottobre