in

Atletica, scandalo doping Russia: Alex Schwazer contattato per l’indagine in corso

E’ scoppiata da pochi giorni la bolla del caso doping che ha coinvolto il mondo dell’atletica russa ma ora dopo ora emergono nuovi dati e nuove indiscrezioni che fanno capire quanto sia radicata e intricata la situazione che coinvolge gli atleti e la federazione fino ai più alti gradi; nella giornata di ieri a parlare è stato Alex Schwazer, ex marciatore squalificato per Epo, che si è detto a conoscenza della situazione.

L’ex atleta azzurro avrebbe affermato di aver sospettato già dal 2008 che ci fossero casi di doping tra gli atleti russi e che i suoi sospetti avrebbero trovato fondamento nel 2011; Schwazer ha aggiunto poi che avrebbe collaborato nel 2012 con la Procura Antidoping del Coni riportando le informazioni in suo possesso e di come due mesi fa la stessa Agenzia antidoping russa avrebbe richiesto di collaborare con lui. Di seguito vi riportiamo alcune delle sue dichiarazioni, tratte da Gazzetta dello Sport:

“Il mio errore non si giustifica ma in merito alla questione dei marciatori russi, ai quali ho fatto precisi riferimenti nelle dichiarazioni rese alla Procura della Repubblica di Bolzano fin dall’agosto 2012 e poi confermate davanti alla Procura antidoping del Coni, tengo a precisare che circa due mesi fa, l’Agenzia antidoping russa (Rusada) sulla base degli atti trasmessi alla stessa dalla Procura antidoping del Coni, ha inviato all’Avvocato Gerhard Brandstatter – che mi assiste legalmente – una richiesta di collaborazione nell’indagine da loro aperta, invitandomi a rispondere a una serie di domande che riguardavano i contenuti di un colloquio che avevo avuto con i marciatori della squadra nazionale russa.”

roma fiction fest 2015, roma fiction fest 2015 ospiti, roma fiction fest 2015 programma,

Roma Fiction Fest 2015 ospiti: dal cast di Un Medico in Famiglia a Little Steven de I Soprano

Ponte dell'Immacolata offerte Megabus

Ponte dell’Immacolata 2015: offerte low cost imperdibili, da Megabus a FlixBus