in

Attacchi di panico: 10 cose che ci lasciano quando se ne vanno

Gli attacchi di panico, in una certa misura, sono un po’ come l’amore: arrivano all’improvviso, ci sconvolgono la vita e alla fine facciamo una fatica enorme a liberarcene. Milioni di persone, uomini, ma soprattutto donne, si sono ritrovate a loro insaputa spose e mariti di questa piaga che colpisce sempre più persone ogni anno. Ecco allora le 10 cose che gli attacchi di panico ci lasciano quando se ne vanno.

[button_1 text=”Scopri%20di%20più%20sugli%20Attacchi%20di%20Panico” text_size=”32″ text_color=”#000000″ text_bold=”Y” text_letter_spacing=”0″ subtext_panel=”N” text_shadow_panel=”Y” text_shadow_vertical=”1″ text_shadow_horizontal=”0″ text_shadow_color=”#ffff00″ text_shadow_blur=”0″ styling_width=”40″ styling_height=”30″ styling_border_color=”#000000″ styling_border_size=”1″ styling_border_radius=”6″ styling_border_opacity=”100″ styling_shine=”Y” styling_gradient_start_color=”#ffff00″ styling_gradient_end_color=”#ffa035″ drop_shadow_panel=”Y” drop_shadow_vertical=”1″ drop_shadow_horizontal=”0″ drop_shadow_blur=”1″ drop_shadow_spread=”0″ drop_shadow_color=”#000000″ drop_shadow_opacity=”50″ inset_shadow_panel=”Y” inset_shadow_vertical=”0″ inset_shadow_horizontal=”0″ inset_shadow_blur=”0″ inset_shadow_spread=”1″ inset_shadow_color=”#ffff00″ inset_shadow_opacity=”50″ align=”center” href=”https://urbanpost.it/attacchi-di-panico-un-aiuto-concreto”/]

Stanchezza: proprio come al termine di un rapporto burrascoso, quando l’attacco di panico finisce, ci si sente sfibrati come un capello secco. Se ci guardiamo allo specchio, possiamo notare pallore, occhiaie, capigliatura incomprensibile e uno strano retrogusto agrodolce, come di una cosa finita in maniera diversa da come ce l’aspettavamo.

Apatia: ce ne stiamo seduti al tavolo in cucina o sdraiati nel letto a osservare il soffitto chiedendoci perché succede proprio a noi. Cosa abbiamo fatto nella vita passata per meritarci un simile flagello?

Depressione: spesso ci accompagna negli attacchi di panico, come un disturbo bipolare latente. L’umore corre sulle montagne russe e sono più numerose le volte in cui stiamo scendendo in picchiata verso il baratro.

Stomaco chiuso: fino a cinque minuti fa pensavamo di morire soffocati, sudavano come spugne e il cuore batteva come un tamburo da guerra. L’ultima cosa che abbiamo voglia di fare subito dopo un attacco di panico e riempirci la pancia.

Insonnia: dormire dopo aver creduto di stare per morire? Ovviamente non ha alcun senso secondo il nostro cervello. Anzi, l’ansia ci tiene vigili, attenti nei confronti di un male che, purtroppo, è solo nella nostra testa o, per essere scientificamente più precisi, nella nostra Amigdala.

Senso di vuoto: cosa farò adesso? Dove andrò? Come troverò il coraggio di uscire nuovamente di casa, di varcare quella porta verso un mondo ostile e soffocante? Il nulla è tutto ciò che l’attacco di panico ci lascia una volta che se n’è andato.

Ansia: gli attacchi di panico sono subdoli, ormai lo sappiamo. Non ci lasciano mai del tutto e mantengono quel piccolo barlume d’ansia che attende solo di ritornare a splendere.

Paura: per essere più precisi, non si tratta di un sentimento simile alla visione di un film dell’orrore. Il nostro è un vero e proprio terrore, paura di aver paura la chiamano gli esperti. Si teme l’inizio di un nuovo attacco e questo circolo vizioso finisce per influenzare ogni aspetto della nostra vita.

Solitudine: se abbiamo paura di uscire, di andare al parco, al lavoro, di passare una serata tranquilla con gli amici o con i nostri familiari, con chi passiamo le nostre giornate e le nostre serate? Soli, in casa, con noi stessi, in attesa di un nuovo attacco.

Un nuovo male chiamato ipocondria: significa letteralmente paura delle malattie. Se durante un attacco di panico temiamo di morire, spesso è perché crediamo di avere un male incurabile, di stare per avere un infarto o chissà quale altra piaga. Dunque, assieme all’ansia e alla depressione, a volte, a braccetto con loro giunge anche l’ipocondria.

Photo credit: Spectral Design/Shutterstock.com

Samsung Galaxy S7 Huawei P9 iPhone SE recensioni

Samsung Galaxy S7, S7 Edge vs iPhone SE vs Huawei P9: qual è il migliore? Recensioni e prime impressioni

Settebello Olimpiadi Rio 2016

Pallanuoto, torneo preolimpico: il Settebello vola a Rio 2016, battuta la Romania 8-7