in

Attacchi di panico: la biblioterapia aiuta ad attenuare i sintomi?

Gli attacchi di panico sono un disturbo estremamente diffuso nel mondo e anche in Italia, ne soffrono circa 4% delle persone, 70% delle quali è di genere femminile. Sono state avanzate molte ipotesi sulla loro possibile causa: una di queste è l’ipersensibilità dell’Amigdala, altri fattori, invece, possono avere una natura psicologica. Negli ultimi anni, nel tentativo di attenuare i sintomi degli attacchi di panico, alcuni studiosi si sono avvicinati alla pratica della biblioterapia.

[button_1 text=”Scopri%20di%20più%20sugli%20Attacchi%20di%20Panico” text_size=”32″ text_color=”#000000″ text_bold=”Y” text_letter_spacing=”0″ subtext_panel=”N” text_shadow_panel=”Y” text_shadow_vertical=”1″ text_shadow_horizontal=”0″ text_shadow_color=”#ffff00″ text_shadow_blur=”0″ styling_width=”40″ styling_height=”30″ styling_border_color=”#000000″ styling_border_size=”1″ styling_border_radius=”6″ styling_border_opacity=”100″ styling_shine=”Y” styling_gradient_start_color=”#ffff00″ styling_gradient_end_color=”#ffa035″ drop_shadow_panel=”Y” drop_shadow_vertical=”1″ drop_shadow_horizontal=”0″ drop_shadow_blur=”1″ drop_shadow_spread=”0″ drop_shadow_color=”#000000″ drop_shadow_opacity=”50″ inset_shadow_panel=”Y” inset_shadow_vertical=”0″ inset_shadow_horizontal=”0″ inset_shadow_blur=”0″ inset_shadow_spread=”1″ inset_shadow_color=”#ffff00″ inset_shadow_opacity=”50″ align=”center” href=”https://urbanpost.it/attacchi-di-panico-un-aiuto-concreto”/]

La biblioterapia è nata a opera del medico e psichiatra William Menninger, nella prima metà del ‘900. Questi prescriveva ai propri pazienti un ciclo di letture allo scopo di attenuare disturbi legati all’ansia e alla depressione. Rosa Mininno, psicologa e psicoterapeuta ha spiegato che “Si tratta sempre di percorsi di lettura scelti, pensati apposta per il singolo paziente e per il momento che sta vivendo. Un libro non deve essere mai un’imposizione, ogni scelta va motivata: si possono suggerire volumi di diverso genere, dai romanzi al teatro, dalla poesia ai saggi che aiutano a comprendere meglio la propria condizione da un punto di vista clinico o filosofico. Il meccanismo con cui il libro “guarisce” è infatti la sua capacità di aprire la mente: la sofferenza, fisica o psicologica che sia, porta all’isolamento e il libro invece ci connette con il mondo. Attraverso le storie possiamo identificarci nei personaggi, per affinità o per contrasto, ed essere stimolati a comportamenti che aiutino a uscire dal disagio“.

Uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Psychology  ha investigato l’effetto della biblioterapia su diversi pazienti affetti da attacchi di panico. I soggetti sono stati sottoposti, per una durata di 8 settimane, a tre diverse condizioni: la prima consisteva nella sola biblioterapia. Nella seconda, assieme alla biblioterapia, vi era anche il contatto telefonico con il paziente, nella terza condizione, invece, solo il contatto telefonico. Dall’esperimento è emerso che i pazienti sottoposti alle prime due conduzioni avevano registrato un significativo calo di quella che gli esperti definiscono la paura di aver paura. Inoltre, sono diminuite le insorgenze dei sintomi da attacchi di panico, mentre il quadro clinico complessivo ha subito un netto miglioramento.

Photo Credit: YanLev/Shutterstock.com

benedetta parodi

La cuoca bendata ricette oggi: focaccia con farina di purè di Benedetta Parodi

orecchiette pesto trapanese marco bianchi

Ricette Marco Bianchi a La Prova del cuoco: orecchiette al pesto trapanese