in

Attacchi di panico nei bambini: sintomi, cause e come curarli

Gli attacchi di panico nei bambini sono un disturbo molto sottovalutato, ma altrettanto diffuso. Ricordiamo che fra la popolazione adulta ne soffrono dal 2 al 4% degli individui, il 70% dei quali è di genere femminile. Cosa succede, invece, quando assistiamo agli attacchi di panico nei bambini? Come è possibile rilevarli? Come si possono curare? Ecco cosa fare.

[button_1 text=”Scopri%20di%20più%20sugli%20Attacchi%20di%20Panico” text_size=”32″ text_color=”#000000″ text_bold=”Y” text_letter_spacing=”0″ subtext_panel=”N” text_shadow_panel=”Y” text_shadow_vertical=”1″ text_shadow_horizontal=”0″ text_shadow_color=”#ffff00″ text_shadow_blur=”0″ styling_width=”40″ styling_height=”30″ styling_border_color=”#000000″ styling_border_size=”1″ styling_border_radius=”6″ styling_border_opacity=”100″ styling_shine=”Y” styling_gradient_start_color=”#ffff00″ styling_gradient_end_color=”#ffa035″ drop_shadow_panel=”Y” drop_shadow_vertical=”1″ drop_shadow_horizontal=”0″ drop_shadow_blur=”1″ drop_shadow_spread=”0″ drop_shadow_color=”#000000″ drop_shadow_opacity=”50″ inset_shadow_panel=”Y” inset_shadow_vertical=”0″ inset_shadow_horizontal=”0″ inset_shadow_blur=”0″ inset_shadow_spread=”1″ inset_shadow_color=”#ffff00″ inset_shadow_opacity=”50″ align=”center” href=”https://urbanpost.it/attacchi-di-panico-un-aiuto-concreto”/]

L’attacco di panico nei bambini molto spesso è associato alle fasi significative della crescita e dello sviluppo psicologico; possono presentarsi come episodi sporadici o a livello ciclico, ripetutamente. Nei soggetti più piccoli vi è una chiara componente somatica: gli attacchi di panico sono accompagnati da una richiesta di rassicurazione e di contatto con il genitore, mentre in quelli un po’ più grandi – 11/12 anni di età – l’attacco di panico è caratterizzato dall’agitazione psicomotoria, da atteggiamenti di fuga, dalla collera e dall’aggressività.

I sintomi degli attacchi di panico nei bambini possono essere così riassunti:
– Sintomi somatici, come sensazione di soffocamento e tachicardia
– Sintomi Motori, come agitazione o stanchezza fisica
– Sintomi psichici, come paura di diventare pazzi, di morire
– Sintomi vasomotori, colpi di calore, marcata sudorazione
– Sintomi neurologici, come tremori o vertigini

Una delle prime azioni da compiere è sempre quella di rassicurare il bambino e di insegnargli a controllare la crisi di panico. Una delle cose che si possono fare è incoraggiare il proprio figlio a esplorare il mondo e a conoscere ciò che lo circonda, in modo tale da attenuare la paura e lo stato d’ansia nei confronti di ciò che gli è estraneo. Inoltre è bene monitorare il ritmo sonno-veglia e adeguare l’alimentazione nel modo più corretto possibile: evitare quindi cibi ricchi di grassi e zuccheri, le bibite gasate o a base di caffeina e portarlo subito da una figura competente e che si occupa di questi disturbi, come lo psicologo, lo psichiatra o lo psicoterapeuta, i quali saranno in grado di comprendere e fornire un quadro generale della situazione e i metodi corretti per affrontarla.

Photo Credit: Suzanne Tucker/Shutterstock.com

gloria rosboch ultime notizie

Gloria Rosboch ultime notizie: Gabriele Defilippi ha commesso un altro delitto?

iPhone SE data uscita

iPhone SE, uscita prevista il 21 marzo? L’agenda eventi Apple è stata pubblicata da alcuni insider