in ,

Attacchi di panico rimedi: perché fare il test delle intolleranze alimentari

Gli attacchi di panico, mostri disturbatori generati dall’ansia, possono manifestarsi anche quando si è apparentemente tranquilli, mentre si sta cenando in compagnia di amici e parenti, si ha paura di morire, di impazzire, ci si sente terribilmente soli all’improvviso anche se circondati da persone ricche di affetto nei nostri confronti. La paura di aver paura porta a sentire formicolio sul volto, a non essere sensibili su alcune parti del corpo, a sudare eccessivamente, a vedere buio, a tremare e a piangere; è compito di chi ci sta accanto non creare allarmismi, ma anzi, assecondare il corpo mentre si libera dall’ansia, facendosi sentire presenti e riportando chi ne soffre ad uno stato di benessere e di pace. Quali sono i rimedi più efficaci per sconfiggere gli attacchi di panico?

Prima dei farmaci, prima di tutto, c’è la consapevolezza di sé, incominciare a radicarsi bene al suolo, respirare e imparare a conoscersi, “danzando nell’ombra” si arriva alla luce. Tutte le sere prima di dormire, fare 5 minuti di respirazione di diaframma, aiuta l’organismo ad abbandonare lo stress e ad accogliere le energie positive. Anche l’alimentazione è molto importante.

Se, oltre agli attacchi di panico, si hanno anche altri disturbi, che colpiscono principalmente le funzioni dell’intestino o portano mal di testa eccessivi, perché non fare un test delle intolleranze alimentari? Le intolleranze, con il tempo, la cura e la tenacità, si possono anche superare, evitando per un tempo circoscritto l’ingrediente che il corpo non tollera più bene. Questa può essere una strada molto utile per continuare a conoscersi meglio e a stare bene. Qui, ecco quale test delle intolleranze alimentari poter fare e perché.

Photo Credit: patpitchaya / Shutterstock

Concorso Arpacal Calabria 2015

Concorso Arpacal Calabria 2015: bando, requisiti, scadenze e posti

51enne pugnalato a morte nella bergamasca

Barista morto a Senigallia: è stato vittima di un incidente