in ,

Attacco a Monaco, giallo finto annuncio su Facebook per attirare bambini: “Cibo gratis al McDonald’s”

È ancora in corso l’interrogatorio del padre del 18enne tedesco di origine iraniana che ieri ha compiuto l’attentato al centro commerciale Olympia di Monaco di Baviera, facendo 9 vittime e 16 feriti. L’uomo è stato prelevato dalla sua abitazione, perquisita dalle forze speciali, ieri sera.

Ancora ignoti i veri motivi del folle gesto. Si ipotizza che il killer l’abbia fatto per motivi personali, per “vendicarsi”: “A causa tua sono stato vittima di bullismo per sette anni… e ora ho comprato una pistola per spararvi”, questa una delle numerose frasi sconnesse e deliranti che l’attentatore ieri ha rivolto a un uomo che lo filmava dall’alto di un palazzo sito di fronte al centro commerciale, e con il quale il killer ha avuto un scambio di battute piuttosto accese e offensive.

Al momento tuttavia non è ancora esclusa la pista del terrorismo. La polizia tedesca sta inoltre indagando su un presunto finto annuncio apparso su Facebook che offriva “cibo gratis oggi alle 16” ai bambini proprio nel McDonald’s dove ha avuto luogo la sparatoria, ne dà notizia il tabloid britannico Daily Mail. Non è ancora chiaro sia stato postato dallo stesso attentatore di cui un’ultim’ora ha diffuso la presunta identità: Ali Sonboly.

castello aragonese ischia

Tour a Ischia: cosa non perdere

Mika Giffoni, la star della musica protagonista: “Così sfogo la mia creatività, Trump? Pessima figura”