in

Attacco d’asma: cosa fare? Un aiuto arriva dai nostri animali domestici

Spesso associamo i sintomi dell’asma alla presenza nella nostra casa di un animale domestico. Niente di più sbagliato! I nostri amici quattro zampe possono infatti aiutarci a sconfiggere le crisi di asma. Lo dimostra uno studio presentato a Monaco durante il congresso dell’European Respiratory Society (ERS).
Un bambino che vive sin da piccolo a stretto contatto con gli animali ha circa l’80% in meno di probabilità di contrarre asma e allergie.

cane e bambino asma

I ricercatori hanno effettuato i loro test su un campione di 2441 neonati tedeschi. I risultati hanno rivelato che “i microbi trovati nelle località rurali possono proteggere dall’asma” e che circa il 55% di bimbi sottoposti al test aveva passato i primi tre mesi di vita con degli animali. In questa “fortunata” categoria il rischio di asma, fino all’età di 6 anni, è risultato più basso del 79%, mentre fino ai dieci del 41%.

Secondo la dottoressa Christina Tischer, del centro di ricerca Helmholtz Zentrum München, l’esposizione alla pelle di animale può aiutare il nostro corpo a sviluppare delle difese immunitarie atte a sconfiggere i sintomi dell’asma. Studi recenti avevano confermato i risultati dell’ERS ma secondo la ricercatrice “è fondamentale studiare ulteriormente l’ambiente microbico all’interno della pelliccia degli animali per confermare queste associazioni“.

 

disservizi Facebook

WhatsApp e Facebook news: Mark Zuckerberg è pronto a spendere miliardi di euro per collegare il mondo

Calciomercato Inter news: Schar potrebbe tornare di moda a giugno