in ,

Attacco terroristico a Parigi, Rouhani: “Non credono in nessuna religione, incluso l’Islam”

Hassan Rouhani, presidente dell’Iran, in seguito agli attentati terroristici a Parigi di venerdì 13 novembre 2015, ha espresso il suo parere condannando totalmente gli attacchi e annullando alcuni dei suoi impegni previsti nelle prossime giornate.

LEGGI TUTTO SUGLI ATTENTATI DI PARIGI

Il presidente iraniano ha deciso di annullare le sue visite in Europa, sia quella prevista a Parigi che quella a Roma, dove si sarebbe dovuto incontrare con Papa Francesco in Vaticano. Il ministero degli Esteri iraniano ha annunciato le parole dichiarate da Hassan Rouhani all’agenzia di Stato Irna. Rouhani ha detto: “Sono attacchi disumani. I terroristi coinvolti negli attentati di Parigi non credono in nessun principio etico e in nessuna religione, incluso l’Islam“.

Narendra Modi, primo ministro indiano, ha scritto un tweet di solidarietà con la Francia, cinguettando: “Le notizie da Parigi sono angosciose e orribili. Le mie preghiere sono per le famiglie delle vittime. Siamo insieme al popolo francese in questo tragico momento“.

Strage di Parigi

Strage di Parigi, Facebook aiuta a ritrovare i dispersi

attacchi terroristici parigi

Parigi, Obama e Putin: “Attacco all’umanità”, combattere il terrorismo