in ,

Attentati terroristici: Roma sarebbe nel mirino secondo le intercettazioni

Le informazioni raccolte dall’americana Nsa (National Security Agency) e riportate da un noto tabloid tedesco svelerebbero la volontà dei terroristi di colpire anche l’Italia nella città simbolo della cristianità in tutto il mondo: Roma. “Nelle intercettazioni è stato fatto anche il nome di Roma. Piani concreti tuttavia non sono noti“.

Neppure per la Francia, sempre secondo i servizi segreti, sarebbe tempo per tirare il fiato a causa di alcune cellule terroristiche ancora dormienti ma pronte ad agire e replicare le stragi. I ministri dell’Interno e della Giustizia dell’Ue intendono creare un super-coordinamento transnazionale utile alla circolazione rapida di informazioni fondamentali circa persone sospettate di terrorismo.

Va segnalata anche la presenza degli Stati Uniti in questa rete di scambio che, finora, coinvolge esclusivamente l’Europa. Nell’occhio del ciclone sono finiti i servizi segreti francesi che avevano catalogato come “poco pericolosi” i terroristi responsabili delle morti parigine, dalla redazione di Charlie all’assalto al market.

Seguici sul nostro canale Telegram

11 gennaio 1999: muore Fabrizio De André, “il più grande poeta che abbiamo mai avuto”

Roberta Ragusa ultimi aggiornamenti 11 gennaio

Roberta Ragusa: anche gli zii e i cugini contro Antonio Logli durante il processo