in ,

Attentato Ankara 2015 news: individuato kamikaze, si aggrava il bilancio dei morti

Nella giornata di ieri, la manifestazione pacifica a poco più di due settimane dalle elezioni, si è trasformata in tragedia: il premier turco, Ahmet Davutoglu, ha affermato che l’attentato terroristico avvenuto ad Ankara è da assoggettare a due kamikaze. In mattinata, uno di loro è stato identificato. Intanto, dalle ultime stime, si apprende che il bilancio dei morti e dei feriti si è notevolmente aggravato.

Sono 128 i morti accertati fino ad ora, che hanno perso la vita durante l’attentato terroristico ad Ankara. I numeri che si riferiscono ai feriti, invece, sono destinati a salire ancora: al momento, parliamo di oltre 500 persone coinvolte, 65 delle quali sono ricoverate in gravi condizioni. Tra i feriti, tra l’altro, le autorità turche hanno identificato colui che avrebbe scatenato la tragedia: ha tra i 20 e i 25 anni il kamikaze, identificato grazie alle impronte digitali trovate sugli ordigni. Si attendono i risultati del test del DNA per confermare colpevolezza ed identità.

“Posticipare le elezioni come conseguenza dell’attacco terroristico ad Ankara non è un’opzione sul tavolo. Le elezioni si svolgeranno come previsto il primo novembre”, spiega un membro del governo turco chiamato in causa. Considerando la paura che quello di ieri sia solo il primo di una lunga serie di attentati, aggiunge che verranno intensificati i controlli, affinché le elezioni si possano svolgere in sicurezza.

Emirates Airlines assunzioni 2015

Emirates lavora con noi 2015: ecco le date delle selezioni a ottobre e novembre

Cagliari-Palermo probabili formazioni

Cagliari – Cesena risultato finale: 3-1, sintesi e highlights Serie B