in ,

Attentato Bangladesh, rifiuta di essere liberato per restare con le amiche: ucciso dai terroristi

Tra i morti nell’attentato terroristico che ha colpito un ristorante del quartiere diplomatico di Dacca, capitale del Bangladesh, c’era anche Faraaz Hossain, studente bengalese in vacanza. Il giovane si trovava all’Holey Artisan Bakery di Dacca con due amiche, Tarushi Jain, indiana di 19 anni, e Abinta Kabir, di nazionalità statunitense, entrambe studentesse del college americano.

Quando i jihadisti dell’Isis sono entrati nel locale e hanno chiesto ai presenti di recitare i versetti del Corano per decidere chi poteva uscire dal ristorante e a chi sarebbe spettata la terribile sorte di morire, Faraaz ha risposto ai terroristi ma ha deciso di non abbandonare il luogo in cui era stato preso in ostaggio senza le sue due amiche. 

I terroristi lo avevano lasciato andare ma il giovane ha chiesto di lasciar uscire con lui anche le due ragazze che indossavano abiti occidentali; Faraaz è andato incontro al suo destino ed è stato ucciso dal commando insieme alle altre 19 persone che hanno perso la vita. La sua storia ha fatto rapidamente il giro del mondo: un gesto eroico di fronte alla crudeltà del terrorismo.

Cristian Gallella e Tara Gabrieletto: scelta la location del matrimonio

d'amico incinta

Buffon, D’Amico e Seredova: Ilaria racconta come è nata e resiste la loro storia